IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Combattimento, Vittorio Iermano si impone al Thaiboxemania di Torino e punta a Oktagon 2015 fotogallery

Loano. Sabato scorso al Palaruffini di Torino davanti a quattromila spettatori, Vittorio Iermano, loanese con natali napoletani in forza al Kombat Team Alassio di Alessandro De Blasi, è stato tra i protagonisti di uno dei più importanti galà di sport da combattimento a livello internazionale: Thaiboxemania 2015.

La manifestazione, appuntamento fisso e punto di riferimento a livello mondiale per tutti gli appassionati di kickboxing, muay thai e mma, è stata organizzata in maniera impeccabile dai promoter Carlo Barbuto ed Alex Negro, sotto l’egida della federazione Fight1 presieduta da Carlo Di Blasi.

La presenza di Vittorio non è passata certo inosservata: un centinaio di magliette azzurre hanno colorato il palazzetto piemontese all’ingresso del fighter ligure-partenopeo, accompagnato da striscioni e cori da stadio: tutta la Liguria infatti si è mobilitata per fare il tifo per questo “ragazzone” di un metro e 90 per 85 chili che in poco più di un anno è balzato ai vertici nazionali della propria categoria, disputando addirittura un titolo del mondo in Moldavia nel settembre scorso e vincendo il titolo italiano professionisti all’International Fight Show di Loano il 6 dicembre.

Questa volta aveva di fronte un avversario davvero temibile: Orghest Farruku, atleta di origini albanesi con all’attivo più di 70 incontri da professionista con una percentuale di vittorie e Ko impressionante.

Iermano ha preso subito l’iniziativa e sfruttando il maggiore allungo è riuscito a contenere la notevole potenza di Farruku, che si è dimostrato anche un grande incassatore, sopportando gli attacchi di braccia e gambe e le temibili ginocchiate di Vittorio.

Il verdetto finale ha premiato la maggiore iniziativa e il maggior numero di colpi portati a segno dell’atleta ligure che ha condotto un incontro tecnicamente impeccabile a testimonianza di ulteriore crescita sportiva.

Dopo questo ennesimo successo, ed essendo campione italiano in carica, il “Guerriero Partenopeo” entra di diritto nella lista degli atleti papabili per l’evento clou degli sport da combattimento in Italia: Oktagon 2015, che si terrà l’11 aprile al Forum di Assago e si candida per altre importanti chance a livello internazionale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.