IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Borghetto, Comune e Ata fanno il punto sulla differenziata: “Aumentata di 6 punti in pochi giorni” fotogallery

Borghetto. Un incontro “per far capire a tutti quale sia la situazione della differenziata oggi” e per “informare ancora meglio su quali saranno le prossime novità in questo ambito”.

Cronaca

E’ quello che si è tenuto stamattina al palazzo civico di Borghetto alla presenza del sindaco Gianni Gandolfo, del suo vice Maria Grazia Oliva, dell’assessore all’ambiente Emanuele Parrinello e dei responsabili di Ata Sara Vaggi (presidente) e Luca Pesce (direttore generale).

Scopo della riunione fare il punto della situazione con i media per quanto riguarda lo stato dell’arte del nuovo sistema di raccolta dei rifiuti attivato nella cittadina rivierasca il primo gennaio e che nei giorni scorsi tanto ha fatto discutere.

“Il nostro obiettivo è quello di raggiungere entro la fine dell’anno la percentuale minima di legge del 65 per cento – ha spiegato Gandolfo – Il progetto che abbiamo elaborato non riguarda soltanto noi ed il presente, ma anche e soprattutto il futuro. Per fare in modo che tutto funzionasse al meglio ci siamo affidati ad una società pubblica che già sta operando con successo nella metà dei comuni che fanno parte dell’unione della ‘Riviera delle Palme e degli Ulivi”. Ciò che vogliamo fare capire alla gente è che noi siamo attenti all’ambiente. Abbiamo un depuratore che non è una ‘fabbrica di cacca’ come sostiene qualcuno ma una struttura di eccellenza che consente di avere mare pulito. Il nostro Comune ha eliminato dal piano regolatore che andremo ad approvare a breve una gran quantità di nuovo cemento impedendo la costruzione di nuovi palazzi più alti di due piani e imponendo dei vincoli sulla campagna. Siamo il terzo paese dell’Unione, vogliamo fare da traino a tutti gli altri”.

I risultati del nuovo sistema di raccolta dei rifiuti sta già portando interessanti risultati. “La percentuale di differenziata – hanno detto Parrinello e Pesce – è passata in pochi giorni dal 30,4 per cento al 36 per cento. Sono sei punti percentuale in dieci giorni. A Borgio, dove c’è il porta a porta, abbiamo avuto un risultato simile solo dopo due mesi. Il sistema è in fase di cambiamento, qualche disagio strumentale è possibile. Anche per questo abbiamo attivato un numero verde ‘dedicato’ a Borghetto (800.884433) chiamando il quale chiunque può segnalare disagi e problemi e chiedere informazioni. A breve manderemo a tutte le famiglie un piccolo ‘decalogo’ della differenziata e posizioneremo dei bidoni dedicati all’interno dell’area di ogni condominio. Gli incaricati stanno incontrando proprio in questi giorni gli amministratori di tutti i palazzi per studiare tutti insieme la collocazione migliore. A questo si aggiunge la creazione di uno sportello Ata al quale chiunque potrà rivolgersi. L’obiettivo è cercare di arrivare il più vicino possibile ai cittadini in modo da innalzare la quota di differenziata il più possibile“.

Secondo Ata, il sistema di prossimità (“Che non è ancora partito al massimo del suo potenziale”, ci tiene a precisare Parrinello) rappresenta la soluzione migliore per spingere i cittadini a suddivedere con criterio i materiali: “Se diminuisce il volume a disposizione per l’indifferenziata, l’utente non ha altra scelta che differenziare di più – ha osservato Pesce – Vedere nell’isola ecologica un bidone più piccolo spinge il cittadino a suddividere meglio i rifiuti in modo da utilizzare soltanto lo spazio che ha disposizione. E’ un passaggio che deve essere anche culturale”.

Il cambio di sistema è avvenuto tra la fine dell’anno scorso e l’inizio di quello nuovo e ciò ha creato qualche problema a tanti borghettini e turisti, che si sono visti ridurre da un momento all’altro il numero di bidoni a disposizione (scelta voluta, come sottolineato) e si sono sentiti un po’ “persi” al momento di iniziare a conferire. La scelta, per Gianni Gandolfo era quasi inevitabile: “A fine anno occorreva arrivare a tiro con il cambio di gestione per tutta una serie di questioni burocratiche legate ai contratti con le ditte e a questioni sindacali. Inoltre, effettuando il passaggio in un momento che è stato anche di buona presenza turistica abbiamo iniziato ad informare i nostri ospiti su come d’ora in poi funzionerà la raccolta dei rifiuti nella nostra città“.

“Coinvolgendo più persone possibili – ha aggiunto Pesce – abbiamo cercato di far capire a tutti che le cose sono cambiate. In questo modo quando i turisti torneranno sapranno già come funzione la raccolta”. “Gli unici due momenti critici – ha ribadito Parrinello – sono stati il 31 dicembre con la rimozione dei cassonetti e il 6 gennaio quando non è stato fatto il passaggio. L’informazione è stata data in maniera completa con diversi incontri pubblici e attraverso i gazebi allestiti in città. Per il resto, il servizio non ha portato particolari novità se non la sostituzione del bidone per l’indifferenziata con due altri bidoni per il secco e l’umido. Il vero cambiamento ci sarà quando attiveremo la prossimità nei condomini. Per ora non è il caso di farsi prendere dall’agitazione, non c’è stata alcuna rivoluzione: per ora ci stiamo avviando soltanto ad una differenziata di prossimità spinta“.

Oltre ad avere cambiato le modalità di raccolta, il nuovo sistema di differenziata introdotto da Ata ha comportato l’acquisizione nel “parco mezzi” degli operatori di veicoli elettrici, l’attivazione della raccolta degli ingombranti e degli oli alimentari (tramite 400 contenitori donati alle scuole), l’attivazione della raccolta degli sfalci del verde e la creazione di una squadra di operatori incaricati di curare esclusivamente il verde pubblico (cosa che farà risparmiare al Comune ben 150 mila euro all’anno).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.