IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bollo per auto e moto storiche, appello della Regione al Governo: “Mantenere le esenzioni”

Liguria. “Il Governo deve mantenere l’esenzione dal pagamento del bollo per le auto e moto storiche dai 20 anni in su”. E’ l’appello che la Regione Liguria lancia al Governo, attraverso gli assessori ai trasporti e al bilancio Enrico Vesco e Pippo Rossetti dopo un incontro avvenuto in mattinata tra i due assessori e il presidente dell’Automotoclub storico italiano Roberto Loi.

A pochi giorni dalla scadenza del pagamento del bollo le nuove norme approvate dalla Legge di Stabilità sulle auto e moto storiche, determinerebbero la mancata esenzione del pagamento del bollo, prevista per i mezzi ultraventennali mantenendola per quelli dai 30 anni in su. “Con questa norma lo Stato interviene su una imposta regionale – dicono Rossetti e Vesco – obbligando le Regioni ad applicarla senza averne il consenso”.

“La nuova disposizione che siamo costretti ad applicare sulle auto e sulle moto d’epoca con meno di 30 anni – continuano i due assessori – costringerà molti proprietari a rottamare il proprio veicolo per evitare di pagare un bollo molto elevato”.

In pratica si passerebbe dagli attuali 28 euro per le auto e 11,39 per le moto, alla tassa di circolazione ordinaria. “Intorno alle auto e alle moto d’epoca – concludono Rossetti e Vesco – vi è un indotto prezioso che coinvolge le carrozzerie, le officine e tutte le attività artigianali che si prendono cura della manutenzione di questi beni di valore storico e culturale, per questo chiediamo al Governo di ritornare sui suoi passi confrontandosi con le regioni e le associazioni di categoria”.

Ammontano a 5066 le auto d’epoca iscritte in Liguria all’Automotoclub italiano e a 2000 le moto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. sudor
    Scritto da sudor

    Ma non c’é bisogno di alcun APPELLO.
    E’ sufficiente e nel diritto della regione il legiferare per l’applicazione integrale o meno di quanto emanato dallo stato centrale, esattamente come altre regioni avevano già fatto nel passato (alcune addirittura richiedendo il solo bollo ridotto per i mezzi di oltre 20 anni senza alcuna iscrizione ad un registro storico) o come aqltre regioni si stanno accingendo a fare nel giro dei prossimi giorni. Fra l’altro la Liguria era già una regione molto restrittiva in quanto ammetteva il bollo ridotto da 20 a 30 anni SOLO se il mezzo era iscritto ad un registro storico quindi suona come la solita propaganda che ora facciano appelli così vantaggiosi per gli automobilisti!
    Prendete carta e penna e legiferate seriamente in tal senso!