IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

In attesa del Meladay mostra sulle antiche varietà di mele valbormidesi

Cairo M. Sabato 10 Gennaio al Mercato della Terra di Cairo Montenotte la 2° mostra pomologica sulle antiche varietà di mele delle Valli della Bormida: durante l’evento sarà offerto una degustazione dei primi nettari di mele antiche preparate dal laboratorio Le Bontà del Belvedere di Altare.

L’evento arriva in vista della quinta edizione del Meladay, la manifestazione, organizzata dalla Condotta Slow Food della Valle Bormida, in collaborazione con il Mercato della Terra di Cairo Montenotte, impegna decine e decine di appassionati che con il proprio lavoro volontario mettono a disposizione la loro esperienza di innesto e potatura.

Nel corso della manifestazione che si svolgerà a Cairo M.tte il secondo sabato di marzo dalle 8,30 alle 12,30, saranno consegnate le piantine innestate con le varietà di mela scelta. Per chi non prenoterà potrà richiedere la piantina innestata con la varietà che vuole, fino ad esaurimento dei portainnesti o delle marze.

La rassegna sarà ancora all’insegna del progetto di Slow Food delle Valli della Bormida e Slow Food Regione Liguria, volto a recuperare le varietà di mele che da secoli erano coltivate nelle vallate dell’entroterra, come stimolo alla difesa della biodiversità e per la valorizzazione del territorio.

IL MelaDay è solo il momento più visibile del progetto, infatti esiste un grande lavoro di elaborazione delle schede pomologiche, della implementazione del catalogo e del registro dei “melo custodi”, cioè delle persone che hanno ritirato le piantine.

Già dalla prima edizione del 2011, sono stati raccolti i nominativi delle persone che hanno messo a dimora le piantine con la relativa varietà, l’obiettivo è quello di seguire nel corso degli anni la crescita di queste varietà che con l’edizione del 2015 porterebbe ad avere sul territorio oltre 2000 nuove piantine innestate con oltre 21 varietà

La novità di questa edizione consiste nella predisposizione di una scheda pomologica specifica della varietà adottata, che sarà data con la piantina, piantina che porterà un cartellino riportante la varietà anche il dialetto, oltre al nome del donatore della marza.

Le schede pomologiche riportano anche le note linguistiche ed etimologiche del nome dialettale, note redatte dal Prof.Luigi Vallebona.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.