IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ancora nessuna traccia di Tony De Muzio: il caso finisce a “Chi l’ha visto?”

Pietra. Ancora nessuna traccia di Tony De Muzio, il 33enne cuoco di origine sarde del quale la famiglia non ha più notizie ormai da quasi una decina di giorni.

Il suo caso è finito anche a “Chi l’ha visto?”, il noto programma di Rai 3 che si occupa di persone scomparse.

La famiglia lo ha sentito l’ultima volta via telefono il 16 gennaio e ha riferito di un avvistamento (registrato dalla polizia) ancora il 19 gennaio.  Da allora di Tony De Muzio non si è più saputo nulla.

La famiglia ha fin da subito ipotizzato che il ragazzo, venuto in Liguria per cercare lavoro, potesse trovarsi in provincia di Savona o di Imperia dato che è solito muoversi in treno tra le stazioni di Savona, Finale, Alassio e Santa Margherita Ligure.

E proprio in una stazione, quella di Pietra Ligure, è stato notato due giorni fa nel tardo pomeriggio da due persone, madre e figlia: secondo quanto raccontato il giovane appariva confuso e sosteneva di essere sceso da poco da un convoglio, partito da Finale Ligure, a causa di un litigio nel quale era stato colpito da un colpo alla testa.

Stando alle testimonianze, il 33enne ha raccontato inoltre di essere senza denaro e bancomat a causa di un furto subito qualche giorno prima, e di aver trascorso le ultime notti nelle stazioni: era intenzionato ad arrivare in treno fino a Santa Margherita Ligure per raggiungere un amico.

Tony De Muzio ha 33 anni, è di origini sarde, è alto un metro e 75, è di corporatura esile e, secondo le descrizioni, potrebbe indossare una giacca a vento nera; con sé potrebbe avere un trolley verde. Ha un piercing con brillantino al naso, un altro piercing con cerchietto all’orecchio sinistro e una cicatrice da taglio al braccio destro.

E’ probabile che si trovi tra Pietra Ligure e Santa Margherita, magari proprio in una stazione; in alternativa è possibile che sia tornato a Finale o che stia raggiungendo Arenzano dove, stando al suo profilo Facebook, ha lavorato presso due diversi hotel.
Chiunque abbia informazioni può contattare la sorella Jennifer al numero 328/2778626.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.