IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, incontro in biblioteca sui “villaggi dimenticati”

Più informazioni su

Albenga. Nell’anno dell’Expo 2015 tutti i riflettori sono puntati sulle meraviglie d’Italia, conosciute o meno. E, a pochi mesi dal grande evento, ecco un’interessante occasione ad Albenga per riflettere e viaggiare fra le bellezze di casa nostra: un patrimonio minore, a volte nascosto e poco conosciuto, che ha, tuttavia, molto da raccontare.

Ad offrire l’occasione per questo “viaggio insolito” sono la città di Albenga e la sua Biblioteca Civica “Simonetta Comanedi”, in collaborazione con Confassociazioni International e l’Associazione Culturale Librarsi. Venerdì 6 febbraio alle ore 17.00 presso la Sala Conferenze della Biblioteca, si svolgerà infatti la presentazione del libro: “Ghost Villages: Villaggi dimenticati” – dieci itinerari alla scoperta di alcuni fra i più suggestivi villaggi abbandonati del Nord Ovest, in Liguria, Piemonte, Lombardia e Val D’Aosta.

Si tratta di un progetto del magazine on line www.buonviaggioitalia.it curato dalla Dott.ssa Debora Bergaglio. Ma non si tratterà solo di una semplice presentazione: sarà anche un’opportunità preziosa per discutere di fondi diretti della Commissione Europea per la cultura, il turismo e le professioni, grazie alla partecipazione del Dott. Enrico Molinari, Vice Presidente di Confassociazioni International.

“Per una chiara comprensione delle opportunità offerte dai programmi finanziati europei, parleremo di strumenti concreti ed immediatamente accessibili, messi a disposizione dalla Commissione europea per la divulgazione della cultura, per la diffusione di un turismo di qualità e per una sua crescita sostenibile – ha dichiarato Molinari – Ripartire dalla diversificazione dell’offerta turistica significa accendere un motore di sviluppo finalizzato alla creazione di posti di lavoro e teso ad agganciare i contributi e le sovvenzioni per progetti ed iniziative di valore europeo”.

“Oggi i territori che investono sulla cultura, sui giovani e sull’innovazione legata alle nuove tecnologie dell’editoria digitale – come nel caso di “Ghost Villages: Villaggi dimenticati” – hanno una carta vincente per la declinazione di prodotti turistici culturali ed accessibili a tutti, aprendo piattaforme di discussione tra decisori pubblici e settore privato, mondo accademico ed imprenditoria locale. Il turismo – ha concluso Molinari – coinvolge il patrimonio culturale, le tradizioni e gli stimoli contemporanei e concilia crescita economica e sviluppo sostenibile, senza tralasciare i valori fondanti e l’etica da trasmettere alle nuove generazioni”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.