IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vigilia della Maturità: gli studenti savonesi ai blocchi di partenza, tutto pronto per la prima prova

Savona. Si avvicina l’ora della verità – le 8.30 di domani mattina – anche per i quasi due mila studenti del savonese, con la prova scritta di Italiano che sarà la stessa per tutti gli indirizzi.

Non cambiano nemmeno le opzioni di scelta: analisi di un testo letterario, produzione di un saggio breve o di un articolo di giornale (questi due nei diversi ambiti di riferimento e dunque storico-politico, socio-economico, artistico-letterario, tecnico-scientifico), il tema di argomento storico o di attualità.

Il “plico telematico”, intanto, é già partito e oltre il 50% delle scuole ha effettuato il download delle tracce che tuttavia restano criptate. Saranno visibili soltanto mercoledì perché la chiave per ‘leggerle’ è doppia: una per ogni commissione e l’altra, la cosiddetta “chiave-ministero”, sarà fornita da viale Trastevere soltanto la mattina stessa della prova.

La seconda prova scritta è fissata per il giorno seguente, giovedì 19. Sessione speciale d’esame negli istituti d’arte e nei licei artistici dove la prova si protrarrà anche nei due giorni feriali seguenti, escludendo il sabato. Com’è tradizione, la seconda prova rappresenta la parte più specifica, rispetto al proprio percorso di studio, dell’esame di Stato.

Lo scorso 31 gennaio è stato comunicato dal Ministero che gli studenti del liceo classico affronteranno una prova di Greco, allo scientifico Matematica, la lingua straniera al linguistico e Pedagogia al liceo pedagogico.

Istituti professionali. I futuri ragionieri se la dovranno vedere con Economia aziendale; i geometri con Estimo; Istituto tecnico per il turismo: Tecnica turistica, e via dicendo per tutti gli altri indirizzi che, giovedì, affronteranno la prova riguardante la materia principale del percorso di studio.

Poi sarà il momento della terza prova, il temutissimo “quizzone” in cui gli studenti dovranno cimentarsi nel rispondere a domande riguardanti più materie, ovviamente segretissime. Sarà prevista la trattazione sintetica di non più di 5 argomenti, a quesiti a risposta singola (da 10 a 15) o multipla (da 30 a 40), a problemi a soluzione rapida (non più di due), fino allo sviluppo di un progetto o all’analisi di casi pratici e professionali (non più di due). La terza prova scritta è predisposta da ciascuna commissione sulle materie previste dal programma dell’ultimo anno e tenendo in considerazione delle indicazioni del Consiglio di classe.

Come di consueto, il punteggio massimo che gli studenti potranno raggiungere negli scritti sarà di 45, a cui andranno sommati i crediti e la prova orale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.