IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Una sola automedica non basta”: i sindaci ponentini chiedono all’Asl di avere Sierra 4 attiva “h24” almeno d’estate

Savona. Supponiamo che siano da poco passate le 20 e che ad Andora un uomo sia colpito da infarto. L’automedica Sierra 2, da Albenga, sarebbe immediatamente inviata dalla centrale del 118 in soccorso del paziente che, una volta raggiunto dal personale medico, sarebbe poi scortato all’ospedale San Paolo di Savona visto che a Pietra l’emodinamica non è in funzione di notte. Un intervento che, nel complesso, richiederebbe circa due ore per essere concluso: un lasso di tempo nel quale tutto il territorio da Noli ad Andora, entroterra compreso, risulterebbe scoperto dal servizio di automedica.

Una situazione ritenuta inaccettabile e che ha spinto i sindaci di Pietra, Loano, Finale e Borgio (ma non è detto che la lista non si allunghi) a richiedere un incontro urgente al direttore sanitario dell’Asl 2 Flavio Neirotti.

Gli amministratori comunali, nei prossimi giorni, chiederanno ufficialmente che Sierra 4, l’automedica con base a Pietra Ligure che è in servizio dalle 8 alle 20 (e non in orario notturno), diventi operativa 24 ore su 24 almeno nel periodo estivo. La richiesta sarà avanzata anche tenendo conto dell’aumento della popolazione, dovuto alla presenza di turisti, che si registra in Riviera. La speranza dei sindaci è che l’Asl accetti e che decida di rendere la decisione di avere due automediche attive h24 nel territorio ponentino definitiva.

Una scelta che eviterebbe, ogni volta che Sierra 2 è impegnata in qualche intervento in orario notturno, di incrociare le dita perché non si verifichi in contemporanea un’altra emergenza. Se così accade bisogna infatti confidare nella disponibilità di “Alfa”, l’automedicale di Imperia, ad intervenire. Come è accaduto di recente in occasione di un grave schianto sull’Aurelia Bis ad Alassio quando un’auto è rimasta “trafitta” dal guardrail: Sierra 2 era occupata, Sierra 4 non era in servizio ed è stato richiesto l’intervento dell’equipe imperiese.

Anche nel caso del crollo di via Mignone nel quale ha perso la vita Aldo Augeri si era verificata una simile problematica: per soccorerlo era intervenuta Sierra 4 da Pietra perché l’automedica di Savona era già impegnata altrove (per la precisione “scortava” un ultracentenario in ospedale). Il problema è noto e la volontà di trovare una soluzione non manca certamente. A mancare, nemmeno a dirlo, sono purtroppo le risorse economiche.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.