IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Un Giorno Per Noi”, grande festa nel porto di Loano dedicata all’autismo foto

Loano. Si è appena conclusa “Un Giorno Per Noi” dell’Associazione “Hakuna matata”, 24 ore di festa e solidarietà gratuita e aperta a tutte le famiglie e i numerosi bimbi e ragazzi giunti da tutta Italia all’interno della Marina di Loano che ospita l’Associazione e tutti gli eventi che essa organizza.

L’associazione, da anni impegnata nell’assistenza dei ragazzi affetti da problemi di carattere neuro-psicologico con particolare attenzione all’autismo, ha organizzato un calendario ricco di eventi tutti incentrati sul tema di consentire ai ragazzi di familiarizzare con il mare, elemento da cui farsi avvolgere per sentirsi liberi e spensierati; di qui nasce, alcuni anni fa, per volontà di Eusebio il nome “hakuna matata” che in lingua swaily significa “senza pensieri”.

L’organizzazione della festa è stata una vera gara di solidarietà, in cui tanti soggetti, pubblici e privati, hanno interagito per trasformare il porto e le acque antistanti a Loano in un mare di festa e giochi. Tante le imbarcazioni, a vela e motore coinvolte, da quelle veloci della Guardia Costiera ai diversi velieri dei diportisti che hanno creato una vera e propria flotta navale imponente, felice e solidale sotto la bandiera celeste, bianca e rossa dell’Associazione sulla quale viene raffigurata una barca a vela stilizzata che idealmente unisce il mondo dei bambini speciali, rappresentato dalla luna, con il mare, elemento preferito dal fondatore … e la luna rischiara la notte del marinaio e rende la navigazione più facile.

Nel pomeriggio di domenica, il pubblico numeroso e festante ha assistito ad un ricco programma di intrattenimento per ragazzi: clown, maghi, prestigiatori, danzatrici, giovani cantanti ed equilibristi si sono alternati in un avvicendarsi senza sosta di emozioni coinvolgenti. Numerose le testimonianze emozionanti di impegno sociale rappresentate dalle numerose Associazioni giunte da tutta Italia; i loro fondatori, spesso genitori di ragazzi speciali, sono stati capaci di trasmettere, in modo unico ed intelligente, emozioni forti di gioia di vivere a tutti gli intervenuti.

Ma l’impegno non si esaurisce in 24 ore, l’Associazione “Hakuna matata”, ospite di Marina di Loano, consente durante tutto l’arco dell’anno ai propri iscritti di fruire dell’ammiraglia della flotta, l’imbarcazione a vela di 12 metri denominata “Adagio Blu”, per conoscere il mare nella sua declinazione migliore, la navigazione spinti dal vento, dove tutti gli steccati della vita quotidiana si dissolvono.

“Sara” (Sostegno Ai Ragazzi Autistici) è la ragion d’essere dell’Associazione, nonché il nome di una splendida bambina di 11 anni, figlia di Eusebio, ormai un vero e proprio skipper affermato, tanto che le sue qualità veliche le sono valse il titolo di Tenente di Vascello ad honorem della flotta Hakuna Matata; i gradi le sono stati consegnati direttamente dal Comandante della Guardia Costiera dell’Ufficio circondariale marittimo di Loano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.