IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Calcio, l’U.S.D. Cengio: priorità giovani. E non solo…

Più informazioni su

Cengio. In un periodo in cui si sente parlare di società che scompaiono e di fusioni, ben resiste la società Granata Cengese che ha chiuso la precedente stagione con un pareggio di bilancio e con prospettive ben ponderate per il futuro societario.

Il presidente Adriano Maurizio ci tiene a puntualizzare che nell’anno in corso molto è stato fatto nel settore giovanile gestito ottimamente da una vecchia gloria granata Diego Dani, con ottimi risultati nelle varie categorie.

Per il futuro, è sempre il presidente Adriano Maurizio “Ciccio” per la stragarande maggioranza della gioventu Cengese a parlare che ribadisce: “E’ in corso di consolidamento una serie di accordi con tecnici di un certo rilievo che andranno a ricoprire i quadri formativi del settore giovanile”.

Il numero uno cengese non comunica l’organigramma ma aggiunge che “il futuro di questa società sta proprio nei giovani ed è per questo che da molto tempo si sta lavorando per riportare a casa il tecnico Angelo Santin il quale ha sempre valorizzato i giovani e non solo.

Santin, da circa 15 anni nell’ambiente ha sempre lavorato con ottimi successi nel campo dell’integrazione con lo sport, non a caso le squadre da lui formate sono state le prime a racchiudere ragazzi di tutte le nazionalità, senza dimenticare che in questa società, anni orsono, ha creato ottimi settori giovanili e vincendo anche dei campionati nelle categorie esordienti ed allievi.

Il presidente ed il D.S. Franchello Ernesto, poi, ribadiscono all’unisono: “Il rientro del tecnico della Cairese favorirebbe di gran lunga l’obiettivo giovani e sicuramente il progetto che gli abbiamo proposto è molto accattivante e lo stesso ha molto apprezzato l’iniziativa di formare una prima squadra di soli giovani con leva che vanno dal 1988 al 1997.

La retrocessione in terza categoria viene presa da tutti noi come un punto di ripartenza per poter favorire proprio giovani giocatori che potranno militare con continuita nella categoria.

ll fatto che noi si voglia puntare sui giovani è una volontà della società come quella del tecnico con cui si sta trattando; per la prossima stagione infatti noi qualora si ricoprisse la terza categoria o la seconda come si sta sempre più paventando, non si ha l’obligo di inserire nella rosa delle classi 95-96 perchè lo dice il regolamento, come devono fare societa di Promozione o Eccelenza, ma formeremo una rosa il piu possibile di leve che vanno come ribadito dal 1998 al 1997 e li faremo giocare con continuità.

Con noi non rischiano di finire in tribuna ma giocheranno costantemente sui vari campi.

E, a proposito di campi, allo stato attuale quello a 11 sarà ancora in terra mentre è in corso di stesura un campo di sintetico a 7 pronto per la prossima stagione e finalizzato al settore giovanile con utilizzo di tutti nel periodo invernale senza dimenticare la grande struttura al coperto.

Ci tengo a precisare e sottolinere in qualita di presidente di questa longeva società il forte sostegno che ci sta dando l’attuale amministrazione Comunale,  assessorato allo sport per quanto concerne la nuova logistica che si sta realizzando, ovvero il campetto in sintetico, tutti noi siamo grati e riconoscenti al sindaco Marenco ed all’assessore allo sport Arturi Boris molta burocrazia senza tale appoggio sarebbe stato molto difficoltoso superarla”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.