IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savonese ancora protagonista dell’Alta Via Stage Race: tappa impegnativa da Varazze a Bardineto

Bardineto. La carovana dell’Alta Via Stage Race ha lasciato questa mattina il mare della Liguria per rientrare nell’entroterra, suo ambiente naturale, e raggiungere Bardineto, la capitale del fungo. Abbandonato lo splendido golfo di Varazze il centinaio di bikers guidati dai leader della classifica – il torinese Eugenio Cossetto (119) tra gli individuali e i genovesi Mantovani-Barbieri (205) tra i team – ha iniziato la dura salita da Varazze al Colle del Giovo.

Il percorso della quinta frazione Avsr 2014 segue l’itinerario dell’Alta Via dei Monti Liguri dal Colle del Giovo, dopo la salita da Varazze, a poco prima di Bardineto. Tra i punti spettacolari va segnalato l’affascinante faggeto della Barbottina. In totale verranno percorsi 80 Km, con 3.000 metri di dislivello, attraverso l’entroterra di Savona, la provincia più ricca di boschi della Liguria.

In classifica generale Cossetto precede di 14’ il ligure Paolo Mancuso (Savona – 142), ieri settimo sul traguardo posto in riva al mare. Terzo è lo svizzero Stefan Hutmacher staccato di 29’ dalla vetta della classifica ma con un distacco ridotto a 15’ dal secondo posto. Nella tappa di ieri ha chiuso secondo ed è riuscito a recuperare minuti preziosi sul ligure dopo la debacle del tappone di lunedì. Tra i team è sempre senza rivali l’azione del binomio genovese Mantovani-Barbieri, vincitore di tutte le frazioni e inserito al 14/o posto assoluto della classifica generale.

Alta Via Stage Race si conferma come il primo evento turistico-sportivo di MTB proposto in Italia allo scopo di valorizzare un intero territorio con un tracciato che spazia dalla Toscana alla Francia, con sconfinamenti anche in Emilia Romagna e Piemonte. Una sorta di giro “InLiguria” con la mountain bike alla scoperta di una terra che nell’immaginario collettivo è legata al mare e, invece, presenta un fantastico patrimonio montano. Insomma, con questo evento la “Liguria si racconta”… ai novelli esploratori a due ruote.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.