IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rugby: il Savona chiude la stagione con una vittoria, non sufficiente a ribaltare il risultato di San Mauro

Più informazioni su

Savona. Si chiude con una vittoria casalinga la lunga e brillante stagione del Savona Rugby. I biancorossi allenati da Paul Chiru e Sebastiano Chizzali raggiungono l’obiettivo stagionale, ovvero l’accesso alla categoria C1, e nella corsa playoff verso la Serie B vengono fermati al primo turno dal San Mauro.

All’andata i troppi errori difensivi, specialmente al largo, avevano affossato i savonesi, con i piemontesi che si erano imposti per 41 a 26: 5 punti a 1 e tutto da decidere al ritorno.

Giornata perfetta alla Fontanassa di Savona: sole caldo e brezza leggera, campo asciutto e pubblico delle grandi occasioni, con le gradinate strapiene per la maggior parte di maglie rosse e bianche, ma con la “curva ultras” del San Mauro presente e calda come all’andata.

I padroni di casa sono obbligati ad imporsi già da subito, perché solo una larga vittoria potrebbe concedere loro di ribaltare il parziale negativo dell’andata e proseguire nella corsa verso la Serie B; acceleratore premuto e già al 3° è il tallonatore Emiliano Luvarà a sfondare la difesa piemontese schiacciando in meta.

La partita sembra aver preso la piega giusta da subito, con la touche che funziona, la mischia chiusa che macina e la concentrazione alle stelle ma, proprio come all’andata, i gialloblù trovano al 10° il varco giusto al largo andando a marcare la prima meta, con la successiva trasformazione che li porta in testa al match.

Gli animi si scaldano e, se nella battaglia tra pacchetti di mischia è il Savona a farla da padrone, viceversa nel gioco alla mano sono i piemontesi a salire in cattedra: è proprio in uno scontro tra queste due realtà che l’estremo del San Mauro viene placcato in ritardo dopo un calcio di spostamento dal pilone savonese, che viene sanzionato dal direttore di gara con un cartellino giallo.

La superiorità numerica giova agli ospiti, che per alcuni minuti si infrangono contro le maglie biancorosse, subendo anche alcuni contrattacchi, ma al 21°, nuovamente con il gioco spostato sul laterale del campo, riescono ad andare in meta, trasformata nonostante la difficile angolazione.

Momento difficile per i padroni di casa che, com’era accaduto all’andata, si trovano con uno svantaggio già importante nonostante stiano tenendo le redini del gioco. Diventa quindi importantissimo sfruttare le proprie armi ed è grazie ad una mischia rubata sui cinque metri avversari che al 36° Roberto Guida raccoglie e deposita in area di meta la palla, con Bledar Ademi che trasforma e riporta i biancorossi in partita.

Pochi minuti da giocare nella prima frazione, che si rivelano fatali per i savonesi: la stanchezza comincia a farsi sentire, le energie spese sono tante, ed è così che grazie a due ingenuità difensive i piemontesi vanno in meta al 38° ed al 39°, entrambe trasformate. Inoltre l’ala savonese viene sanzionata per un placcaggio pericoloso e si va a sedere per dieci minuti sulla panchina dei cattivi.

Il parziale di 12 a 28 non paga tutti gli sforzi compiuti nella prima frazione e i savonesi rientrano in campo con la giusta mentalità e la voglia di ribaltare la partita.

Sale nuovamente in cattedra la mischia ordinata, che al 7° dopo diversi reset e in superiorità numerica per un giallo comminato alla terza centro ospite, con una lentezza esasperante ma con cuore e carattere di chi cerca la vittoria, schiaccia gli avversari nella propria area di meta, portando a tre le mete della squadra di casa, con Ademi che trasforma.

Forze fresche in campo e una nuova prima linea che permette di alzare ancora il ritmo di gioco: ma la difesa del San Mauro è molto ordinata e precisa, con i piemontesi che difficilmente si fanno superare nell’uno contro uno.

Ma ancora una volta è il fondamentale della mischia ordinata a muovere il match: al 20°, per fallo ripetuto, il pilone piemontese viene sanzionato con un cartellino giallo; sulla ripresa del gioco gli ospiti vengono di nuovo trascinati in area di meta, con Andrea Amato che schiaccia l’ovale e Ademi che non sbaglia.

Al 24°, sulla successiva ripresa del gioco, però, una leggerezza nella ripartenza dei biancorossi regala al San Mauro una meta pesantissima, con il calciatore che non sbaglia e riporta il Savona nel baratro, con 16 minuti da giocare e 9 punti da recuperare.

I biancorossi non possono far altro che chiedere ancora un sacrificio al pacchetto di mischia, che si moltiplica per il campo e fa valere la superiorità, portandosi a ridosso della meta ospite; al 34° gli avanti savonesi conquistano un calcio a favore che viene giocato veloce e depositato in meta tra le mani di Francesco Russo, con Ademi che trasforma ancora.

Siamo ormai agli sgoccioli e le speranze di superare il turno sono già spente; non quelle di vincere il match. Al 37° è Constantino a tentare un drop che sfila a lato; c’è ancora tempo per concedere ancora alla mischia biancorossa di guadagnarsi la giornata e con una mischia ordinata fotocopia di quella che ha aperto il secondo tempo sono nuovamente gli avanti savonesi a costringere prima al fallo la difesa, con un altro cartellino giallo estratto dal direttore di gara, e successivamente a trasportare la mischia avversaria dentro l’area di meta: Ademi trasforma ancora e sul calcio il match si chiude con il risultato di 40 a 35 a favore del Savona.

Partita lunga, difficile, che ha messo alla prova il carattere della giovane squadra savonese, che ha saputo rispondere nel migliore dei modi.

Grande la soddisfazione del presidente Dario Ermellino, che a fine partita commenta: “Sono contentissimo per la stagione, che si è conclusa con il salto di categoria, ed anche perché per pochissimo non siamo riusciti a proseguire alla seconda fase; purtroppo il dominio della mischia del Savona non è bastato, ma ci siamo resi conto che le squadre che incontreremo in C1 saranno alla nostra portata. Sono molto soddisfatto anche per il lavoro svolto da tutte le giovanili, che di anno in anno continuano a fornire giovani ricambi alle categorie superiori, fino alla prima squadra che in questo campionato ha saputo mescolare lunga esperienza con freschezza e vivacità. Ero molto preoccupato invece per l’impatto negativo che poteva avere il match sul campo recentemente seminato, ma grazie al meteo alla fine è stato quasi irrilevante. Ci tengo a ringraziare tutta la società, i ragazzi, gli allenatori, lo staff tecnico, i sostenitori e gli amici che ci hanno aiutato,ognuno a suo modo, per raggiungere questo importante risultato; ringrazio inoltre il Comune di Savona e il Cus Savona Atletica che ci hanno concesso di utilizzare il campo per questo evento”.

Felice, anche se un po’ amareggiato per il passaggio del turno mancato, l’allenatore Paul Chiru, che ha lasciato il commento tecnico all’allenatore della mischia, limitandosi ad un giudizio sulla stagione appena conclusa: “Sono molto soddisfatto per il lavoro svolto dai miei ragazzi. Per tutta la stagione non sono mancati impegno e serietà, ed infatti il risultato finale ci premia. Vedere un gruppo così compatto e con presenza costante agli allenamenti anche nei mesi invernali, con pioggia e freddo, è motivo di orgoglio. Ringrazio tutti quelli che sono stati in campo, quelli che per motivi diversi sono dovuti rimanere fuori in questa partita o in altre occasioni durante la stagione: mi hanno tutti dimostrato quello che valgono e quanto conta per loro il Savona Rugby. Ringrazio anche tutti quelli che sono stati con noi, a partire dal prezioso supporto tecnico di Sebastiano Chizzali, l’impegno costante del presidente Dario Ermellino e di tutto lo staff dirigenziale che ci ha accompagnato in questa stagione, e tutti coloro che ci hanno seguito con affetto per sostenerci. A tutti loro, arrivederci in C1”.

Il tecnico della mischia Sebastiano Chizzali commenta così il match e l’annata: “La stagione è stata soddisfacente, vista la conclusione con la promozione in C1. Siamo rimasti favorevolmente colpiti dall’inserimento nella rosa della prima squadra dei giovani provenienti dal promettente vivaio. La partita di oggi è stata particolarmente impegnativa, in particolare riferimento al contrastare l’efficace linea arretrata degli avversari. Tuttavia mi preme sottolineare l’ottima prestazione del pacchetto di mischia, che durante tutto il corso del match ha creato grosse difficoltà agli avversari, fino ad addivenire nel finare di partita ad una segnatura fondamentale per l’affermazione nel match. Il pack di mischia ha dimostrato di essere già pronto per il campionato dell’anno prossimo, e sono molto orgoglioso dei ragazzi, che hanno dimostrato il giusto carattere per affrontare il campionato di serie superiore”.

Il meritato riposo attende ora i savonesi, dopo una stagione lunga e ricca di emozioni: per tutti gli appassionati, arrivederci in autunno per l’esordio biancorosso nel campionato di Serie C1.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.