IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pluriclasse con alunni di prima e terza media a Calizzano: Gasco dice no e chiede intervento alla Regione

Calizzano. Dopo le Amministrazioni di Calizzano e Bardineto anche il consigliere regionale di Forza Italia Roberta Gasco scende in campo per difendere i diritti degli studenti delle scuole medie con sede a Calizzano. Per il prossimo anno scolastico, infatti, la prima e la terza classe rischiano di essere raggruppate in un’unica “pluriclasse” a causa della mancanza di alunni.

“I giovani sono la risorsa più importante per i piccoli paesi del nostro entroterra, che possono sopravvivere soltanto grazie ad essi – dichiara la Gasco – non è accettabile pregiudicarne il percorso dell’istruzione scolastica in un momento così delicato della formazione come sono appunto le scuole secondarie di primo grado. Unire in un’unica grande classe degli studenti che per la prima volta si affacciano alle scuole medie a degli studenti che invece si apprestano a concluderle potrebbe portare a serie difficoltà per lo svolgimento delle lezioni anche da parte degli stessi insegnanti, viste le enormi diversità dei programmi scolastici. Non dimentichiamoci, inoltre, che la differenza di età dei ragazzi che frequentano la prima e la terza media in quegli anni è tutt’altro che trascurabile. Se si tiene infine conto che dall’anno a seguire la nuova classe conterebbe ben 19 nuovi studenti iscritti, credo che l’eccezione di concedere una deroga per un solo anno scolastico sia davvero d’obbligo” afferma il consigliere regionale.

“Sono certa della sensibilità dell’Assessore Rossetti che vorrà sicuramente tutelare i diritti dei ragazzi e delle loro famiglie in ogni caso nella prossima seduta del consiglio regionale presenterò un ordine del giorno per dare garanzia dell’accordo di tutti i consiglieri al mantenimento di classi separate; l’auspicio è che tutti i colleghi sottoscrivano il documento e che questo venga approvato all’unanimità. Stiamo parlando dell’entroterra savonese e se vogliamo difendere quel territorio spesso penalizzato è d’obbligo intervenire a salvaguardia degli istituti scolastici locali” conclude il consigliere di Forza Italia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Tex Murphy
    Scritto da Tex Murphy

    A Calizzano ci saranno più insegnanti che studenti (come in molte altre scuole d’Italia)….hanno paura di lavorare troppo ??