IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Morte del seminarista Marco Zanirato, 5 mesi dopo in Valbormida il ricordo non si spegne foto

Cairo Montenotte. Sono trascorsi ormai 5 mesi dalla morte di Marco Zanirato, il giovane seminarista di 23 anni morto in un incidente stradale sulla provinciale 30 che collega Acqui Terme ad Alessandria. Il ragazzo stava viaggiando con la sua Punto verso Betania per un ritrovo presso il Seminario Interdiocesano quando, al mattino alle 8.30, ha perso il controllo del mezzo all’altezza di Cantalupo, allo svincolo per la strada provinciale 181. L’auto del giovane ha invaso la corsia opposta: prima ha urtato un’altra auto, una Mercedes, riuscendo però a schivarla, pochi secondi dopo lo schianto fatale contro una seconda auto, una Bmw.

A cinque mesi dalla sua morte rimane il dolore, soprattutto dei genitori, affrontato con tanta forza nella fede e nella speranza, e il conforto di tante dimostrazioni di affetto. Tra queste l’esperienza allo Stadio Olimpico per la 37a Convocazione del Rinnovamento nello Spirito Santo con Papa Francesco, avvenuta a Roma 1 e 2 Giugno. Vi ha partecipato anche un gruppo della Valle Bormida.

“Non ci sono parole per descrivere le due giornate passate a Roma per ‘Il Rinnovamento nello Spirito Santo’. Eravamo cinquantaduemila. Un’emozione unica – scrive la mamma di Marco – Non avevo mai visto tanta fede, tanta gioia, tanto amore nel cuore e nel volto delle persone presenti allo Stadio Olimpico. Avevo proprio bisogno della forte carica che mi è arrivata dallo Spirito Santo. Marco lo sentivo così vicino… è proprio un grande angelo”.

Giornata importante anche quella trascorsa a Rivalta Bormida, dove per due anni Marco ha prestato servizio in aiuto a Don Roberto: qui è stata inaugurata la targa per dedicare i saloni parrocchiali al giovane seminarista.

Riconoscenza e affetto verso Marco è stata manifestata anche dalla Parrocchia di Altare, dove lo ricordano nei suoi pellegrinaggi a Lourdes con Don Paolo. Anche nelle Parrocchie di Rocchetta di Cairo e di Ferrania, dove Zanirato dava consigli al coro, Don Massimo lo ha ricordato nella Santa Messa e con il canto.

Inoltre i genitori di hanno presenziato all’incontro delle famiglie, presso il Seminario Interdiocesano di Valmadonna: anche qui al 23enne cairese, con una targa, è stata dedicata la biblioteca. A questo ricordo commemorativo ha presenziato anche il vescovo di Acqui Mons. Pier Giorgio Micchiardi.

Domenica 8 giugno anche la parrocchia di Cairo ha dedicato una targa a Marco Zanirato. “Oggi un altro bellissimo ricordo per Marco – ha scritto il padre – È stata benedetta una targa che sarà posta alle Opes, dove Marco ha passato bellissimi momenti”. “Grazie don Mario, grazie don Ico, per aver ricordato il nostro Marco con un bellissimo gesto – le parole invece della mamma – una targa alle Opes dove, come molti degli animatori, ha trascorso innumerevoli giornate. Sicuramente Marco sarà sempre con voi, aiutandovi nei momenti di difficoltà e condividendo l’amore e l’entusiasmo… come lui sapeva fare. Vi abbraccio forte”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.