IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Lo sport e i giovani, fra impegno e abbandono”: Savona ha ospitato un convegno sul tema foto

Savona. Nella Sala delle Federazioni del Coni di Savona si è svolto il convegno dal titolo “Lo sport e i giovani, fra impegno e abbandono”, organizzato dal Centro provinciale Libertas di Savona in collaborazione con la sezione “Rinaldo Roggero” dell’Unione Nazionale Veterani dello Sport di Savona.

All’iniziativa che rientra nel progetto “Federazione Ente binomio vincente” fortemente voluto e sostenuto dal Centro nazionale sportivo Libertas, ha partecipato un nutrito ed interessato pubblico, molti dirigenti sportivi, tecnici, presidenti di federazioni ed enti di promozione.

I lavori sono stati aperti dal presidente regionale della Libertas Liguria, mentre la serata è stata moderata da Carlo Colla, tecnico del Liguria Hockey e vicepresidente regionale Libertas Liguria.

Gianni Besio (coordinatore tecnico Coni provinciale di Savona), Fabrizio Inturri (ex calciatore professionista), Giancarlo Giove (presidente Azzurri e Atleti Olimpionici d’Italia della Provincia di Savona), Salvatore Finocchiaro (ex docente scolastico), Giuseppe Rosso (ex coordinatore Educazione fisica del Provveditorato agli studi), Ottorino Bianchi (delegato provinciale Coni Savona), Piero Zangani (presidente provinciale Fci Savona) e Piero Lorenzelli (delegato regionale Unione Nazionale Veterani Sport Liguria).

Il convegno è stato chiuso da Lelio Speranza, ex presidente del Coni provinciale di Savona e presidente onorario dell’Unione Nazionale Veterani dello Sport “Rinaldo Roggero” di Savona. Il convegno “Lo sport e i giovani, fra impegno e abbandono” ha avuto il patrocinio del Comune di Savona, Provincia di Savona, Regione Liguria e Diocesi di Savona-Noli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.