IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I Gunbi si fermano ma è polemica fra turisti e abitanti: “Paese per vecchi, senza di noi non esistete”, “Tornate a casa” foto

Più informazioni su

Riviera. La festa dei Gunbi si fermerà per un anno, l’annuncio è di ieri, e la protesta popolare si scatena subito, partendo da Facebook e dai tanti commenti della gente.

gunbi

I temi della protesta sono tanti: un altro pezzo dell’estate ligure – dopo il Balla coi Cinghiali – che se ne va, le poche attrazioni del territorio, un turismo “statico”, per poi spaziare fino alle spiagge troppo piccole e ad un turismo fatto solo di seconde case. Quindi, come spesso accade, le polemiche scatenano un tam tam mediatico che sconfina anche in altre questioni, anch’esse da affrontare.

L’estate rivierasca ha dovuto fare i conti con la chiusura di diverse discoteche che, fino a qualche anno fa, arricchivano l’offerta turistica e dei divertimenti. Negli anni hanno chiuso i battenti la storica “Capannina” di Alassio, il “Bfly” di Loano, le “Vele” – per questioni burocratiche – sono state ferme per parecchio tempo, il “Golden Beach” di Albisola ha rischiato di rimanere chiuso.

“Stanno distruggendo tutto, le discoteche sono sparite quasi tutte, Balla coi Cinghiali hanno fatto tanto che l’hanno regalata al Piemonte, ora i Gunbi, domani cosa ci tolgono? Siamo ormai solo un costosissimo ospizio”, scrive un lettore sulla nostra pagina Facebook. E ancora: “Purtroppo le spiagge sono quello che sono, striminzite, carissime, niente di che. La sera dove vai? Locali dai nomi iperbolici, in realtà bar con musica,niente di che. Difficile trattenere qui i miei nipoti, sino ai 16 anni obbligati poi ‘ciao ciao vado in Romagna o Sardegna’. E’ già tanto che ci venga ancora qualcuno a passare le vacanze e a Ferragosto riescono perfino a fare il pieno!”.

“Gli amici liguri si meriterebbero di vivere un anno senza turismo. In modo tale che capiscano la forte risorsa che hanno ma che non sanno coltivare”, punta il dito un lettore aprendo un altra questione: la gestione del turismo, ovvero l'”industria dell’accoglienza”, come aveva sottolineato qualche settimana fa il “guru” del turismo Roberta Milano.

Altro capitolo: i proprietari delle seconde case che, per molti, “immobilizzano” l’economia della Liguria. “Non ci sono parole per descrivere quello che la liguria sta diventando. Colpa e di tutti, dei locali e dei proprietari di seconde case non dei turist. Senza dimenticare l’amministrazione ovviamente, un baratro più che meritato”.

La polemica, poi, si accende ancora di più con lo scontro fra turisti e abitanti liguri: “Paese per vecchi – esordisce una lettrice -. Continuate a lamentarvi del milanese che andate bene cosi, la verita’ e’ che senza il milanese e torinese voi siete morti”. E ancora: “Ma tu nella tua beata ignoranza pensi che tutti i liguri vivano di turismo? Il tuo unico neurone affumicato dallo smog non ci arriva? Poi tu pensi che qui è Disneyland? Che quindi tutti viviamo per far divertire i buzzurri in ciabatte e calze? Non si dorme la notte al pensiero speriamo che giungano, speriamo che giungano…”. Oppure: “Be’ ci sono tante regioni migliori di questa dove vale la pena di pagare per una seconda casa no? E allora che ci fate qui? Andate, andate che i nostri conti ce li paghiamo da sempre, anche quelli dovuti alla vostra arrogante ed ingombrante presenza, non a causa di tutti ma a causa di troppi”.

Insomma, pare proprio che si sia riaperta una vecchia spaccatura, quella fra turisti e liguri. I “botta e risposta” sulla nostra pagina Facebook sembrano essere soltanto la coda di una lunga diatriba che da anni la fa padrone nei discorsi fra la gente e per la strada. Ma qual’è la vera posizione degli abitanti rispetto al turismo?

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. quovadisdomine
    Scritto da quovadisdomine

    Ciao Roy, ovviamente e’ molto improbabile che TUTTE le case dei turisti siano SECONDE CASE, ritengo molto probabile che la maggior parte lo sia … I Comuni dovrebbero saperlo… e sarebbe interessante sapere, DALLE SECONDE CASE, quanto incassano … poi basterebbe “spalmare” questo importo sui residenti (senza guardare il luogo di nascita o gli ascendenti fino alla settima generazione … :-) ). Sulle critiche, se sono fatte in termini generici, sono d’ accordo, se invece vengono “contestualizzate” (ad esempio tutti i milanesi sono degli sporchi ma anche tutti i liguri sono avari ed inospitali e avanti cosi’ con i pregiudizi…) allora mi fanno un po’ incazzare … da Lombardo che ha sempre rispettato i diritti altrui, i luoghi che ha visitato e che non ha le fette di salame sugli occhi …
    Possibile che non si riesca a punire chi lascia la propria immondizia o sporca o comunque si comporti in modo maleducato? O sarebbe troppa fatica provarci?

  2. Logan
    Scritto da Logan

    Vogliamo far tornare I turisti in Liguria?

    A parte che servirebbero dei corsi di bon ton , ma la prima cosa da fare sarebbe ELIMINARE GLI STABILIMENTI BALNEARI!!!

    Solo in Italia ( e in Liguria in primis) succeed una cosa simile!.

    Ma avete provato a fare una passeggiata lungo albissola o celle?? NON SI RIESCE A VEDERE IL MARE a causa delle cabine.

    Si alle spiagge attrezzate, no ai Bagni!!

  3. Scritto da Roy

    X quovadis. Sei così sicuro che le case dei milanesi o chicchessia siano seconde case?

  4. quovadisdomine
    Scritto da quovadisdomine

    … strano che di commenti postati pressoche’ contemporaneamente qualcuno e’ stato pubblicato mentre altri (tipo quello su quest’ articolo) no …

  5. quovadisdomine
    Scritto da quovadisdomine

    x chiara sette – kiakkio1 : a parte che non capisco , se i turisti non interessano, perche’ si debbano spendere tanti soldi in pubblicita’ per farli venire … solo per il gusto di dirgli in faccia che non sono graditi? Sicura di parlare a nome di tutti i Liguri? Sicura di non avere problemi personali con i Milanesi ? Lo sa che SE I TURISTI NON PAGASSERO LE TASSE LOCALI SULLA SECONDA ABITAZIONE probabilmente le dovrebbero pagare i residenti ? Se i Liguri stavano cosi’ bene in Liguria senza turismo, mi sa gentilmente spiegare perche’ ne sono emigrati cosi’ tanti in Argentina? Per l’ aria buona? Mi fermo qui perche’ a cercare di lavare la testa all’ asino si perde tempo e sapone …