IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Femminicidio Pietra, l’assassino di Alba Varisto ha confessato: ecco il suo volto foto

Pietra Ligure. Ha confessato nella notte Fabiano Visentini, il 41enne che ha ucciso la convivente Alba Varisto a pugni e calci, al termine di un violento litigio. L’uomo ha ammesso davanti ai carabinieri di Albenga di aver prima abusato di sostanze stupefacenti e antidepressivi, quindi di aver litigato con la compagna colpendola ripetutamente, con violenza, fino a toglierle la vita.

fabiano visentini

Una tragedia annunciata, quella avvenuta nel condominio Nel Sole di viale Riviera a Pietra Ligure. Da tempo i litigi nella coppia erano continui, come riferito dai vicini di casa e testimoniato dai numerosi interventi nell’abitazione da parte dei carabinieri, e già un anno fa per Visentini era scattata una denuncia.

La follia omicida si è consumata nella notte tra domenica e lunedì, quando Visentini, annebbiato dagli abusi e probabilmente in preda ad un raptus, ha letteralmente massacrato di botte la 59enne. Le ha spezzato i polsi, l’ha colpita più volte alla testa, al torace e alle caviglie, le ha inciso una croce sul petto con un oggetto appuntito.

Le grida della donna, udite dai vicini, si sono spente intorno alle 2. Da quel momento Visentini è rimasto in casa, con il cadavere a terra e il sangue sulle pareti, fino alle ore 20, quando ha chiamato i soccorsi affermando che Alba Varisto si era appena sentita male e non respirava. Le condizioni del cadavere, però, raccontavano ben altro, e l’uomo è stato portato in caserma ad Albenga. Un interrogatorio durato parecchie ore, interrotto alle 2.30 per portare l’assassino all’ospedale di Albenga, dove sono stati eseguiti gli esami del sangue.

Alla fine Fabiano Visentini ha ammesso tutto, ed è stato portato nel carcere Sant’Agostino di Savona con l’accusa di omicidio. Alba Varisto lascia un figlio, Nicola, di 33 anni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. zueno
    Scritto da zueno

    i vicini hanno udito le grida …ci sono stati dei precedenti e nessuni di loro ha avvisato i carabinieri ??? Poi diconi di una tragedia annunciata …. sono colpevoli anche loro della morte di questa povera donna ….vince sempre la paura , la reticenza …. questo e’ il risultato ! VERGOGNA