IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Campionato europeo di savate combat: oro per Elisa Picollo, bronzo per Oussem Amrì foto

Savona. Nella regione francese Limousine, a Bugeat, dal 13 al 15 giugno, si è svolto il campionato europeo di savate combat. Presso il centro sportivo dipartimentale Espace 1000 Source Correze Alain Mimoun a gareggiare gli atleti e le atlete più forti in Europa provenienti da Francia, Italia, Spagna, Inghilterra, Belgio, Finlandia, Russia, Ucraina, Slovenia, Croazia, Serbia, Montenegro e Romania.

A difendere i colori dell’ormai nota Kick Boxing Savate Savona guidata dal maestro Andrea Scaramozzino gli atleti Elisa Picollo, che a dicembre aveva regalato all’Italia un titolo mondiale, e Oussem Amrì, atleta alla sua prima esperienza in campo internazionale come membro della squadra azzurra di savate. Oltre ai due savonesi erano impegnati nella stessa competizioni atleti romani e atleti di Genova.

Dopo svariati combattimenti in un torneo che ha decretato due finalisti per ogni categoria di peso che si daranno battaglia dopo l’estate per decretare l’ambito titolo di campione europeo 2014, Elisa Picollo vinceva su tutte le sue avversarie guadagnando la medaglia d’oro e guadagnando l’accesso alla finale contro la bravissima francese Samya Chamane che si piazza quindi seconda alle spalle della savonese, mentre Amrì Oussem ottiene la medaglia di bronzo qualificandosi terzo dopo aver perso due match contro atleti di tutto rispetto ed esperienza.

Si dice soddisfattissimo il maestro Scaramozzino per le prestazioni in gara dei propri atleti segnalandoci però le grosse difficoltà economiche che deve supportare l’associazione per queste impegnative trasferte. “Auspico che presto finisca questo periodo di forte recessione – dichiara – e che vengano nuovamente concessi aiuti alle associazioni che come in questo caso portano successi e medaglie in campo internazionale. Invito inoltre i giovani ragazzi savonesi ma anche i meno giovani, ricordando che Elisa ha cominciato la sua avventura sportiva a 26 anni e ora dopo solo pochi anni è campionessa mondiale, di venire a provare presso il palazzetto dello sport di Savona questo stupendo sport da ring”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.