IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bergeggi, definite le assegnazioni delle deleghe ai consiglieri: Gaggero e Galletti in Giunta

Più informazioni su

Bergeggi. Nessuna sorpresa, ma solo conferme. Il sindaco di Bergeggi Roberto Arboscello sabato, in occasione del primo consiglio comunale, ha ufficializzato le deleghe per la sua Giunta ed ha confermato quanto promesso in campagna elettorale: Luca Gaggero sarà vicesindaco con delega al turismo e Carlo Galletti assessore con delega a servizi sociali e socializzazione. Il primo cittadino ha tenuto per sé le deleghe all’urbanistica, al personale e ai rapporti con SAT.

Il sindaco ha inoltre deciso di mantenere anche la delega a bilancio e tributi, almeno fino all’approvazione delle tariffe e del bilancio stesso: “Questa scelta è dettata dal fatto che l’approvazione del bilancio e quindi dei vari tributi è una priorità assoluta per cui è giusto sfruttare la mia precedente esperienza amministrativa in tale settore. Le nuove tariffe, soprattutto a causa della loro complessità di comprensione, potrebbero creare qualche malumore per cui non mi sembrava giusto mettere subito pressione ad un nuovo consigliere. Appena approvato il tutto passerò con piacere la delega a Pino Formento, persona sicuramente competente in questo settore, come ha già dimostrato in questi giorni di discussione interna su tali questioni”.

Pino Formento si occuperà anche di sport, con sviluppo delle discipline outdoors, e politiche giovanili. Al Dott. Mauro Perria sono state affidate le deleghe a istruzione e sanità e salute pubblica. Abbiamo inserito la delega alla salute pubblica per mostrare più sensibilità e attenzione verso un problema molto sentito dalla cittadinanza, quello dell’inquinamento ambientale, non solo di Bergeggi ma di tutto il comprensorio. Mauro Perria, medico del lavoro, ha le competenze giuste per affrontare al meglio tali problematiche. Folto e costituito dai consiglieri più esperti il gruppo che si occuperà di lavori pubblici, con la delega assegnata a Riccardo Borgo che si avvarrà dell’aiuto di Carmine D’Antonio (ex-assessore ai lavori pubblici) e di Alice Bianchini, che mantiene anche la delega alla polizia municipale.

Le due new-entry al femminile si occuperanno rispettivamente dei rapporti con Torre del Mare e di cultura per quanto riguarda Vanessa Vigliola, mentre Sarah Susini ha ricevuto la delega ad ambiente, verde pubblico e privato. Franco Rovere si occuperà invece di manifestazioni mentre Sauro Anaclerio avrà il compito di sviluppare l’Area Marina Protetta e si occuperà di demanio. Altre due deleghe molto importanti, visto che sono state oggetto di ampia discussione in campagna elettorale sono
la raccolta differenziata, con la delega specifica assegnata a Adolfo Bormida, e la delega all’edilizia convenzionata, assegnata a Sarah Susini.

“A tutti i consiglieri sono state affidate deleghe rilevanti in modo che tutti possano fornire il proprio contributo e apporto – spiega il sindaco -. La squadra è davvero competitiva e assortita. Già nelle prime riunioni che ho avuto con alcuni consiglieri e gli uffici ho notato grandi competenze. Abbiamo deciso di affidare deleghe molto importanti, riguardanti argomenti prioritari anche in campagna elettorale, tipo l’ambiente, la scuola o la raccolta differenziata, a consiglieri alla prima esperienza perchè credo sia importante che queste persone siano libere di pensare senza avere pre-concetti dovuti a precedenti esperienze. Il senso deve essere quello di non mettere alcun freno all’entusiasmo di queste persone. Lasciamole lavorare. L’esperienza non manca all’interno del gruppo e sicuramente si farà sentire quando necessario”.

“La mancanza di una contrapposizione in consiglio sicuramente si sente e si sentità in futuro ma ora pensiamo solo a lavorare, consapevoli di essere stati ampiamente legittimati ad amministrare dal voto del 25 maggio. Non solo Bergeggi è stato uno tra i primi comuni come affluenza, circa il 73%, nonostante la presenza di una sola lista, ma anche i voti a noi favorevoli sono andati ben oltre quel 50% dei votanti previsto dalla legge. I voti favorevoli hanno superato di gran lunga il 50% degli aventi diritto” conclude Arboscello.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.