IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Atletica leggera, campionato italiano Allievi: l’Alba Docilia assapora il bello di esserci

Albisola Superiore. Il fine settimana appena trascorso ha mandato in archivio l’edizione 2014 dei campionati italiani individuali Allievi, svoltisi a Rieti in uno dei complessi sportivi dedicati all’atletica più belli d’Italia.

Nel nutritissimo gruppo trionfino presente nella cittadina laziale erano presenti ben nove Allievi dell’Alba Docilia. La copertina questa volta se la conquista con una prestazione sontuosa Gabriele Scarrone nella gara dei 400 metri. Gabriele, durante questa prima parte di stagione, aveva ottenuto il diritto di poter concorrere sia sui 400 che sui 200 metri e sugli 800 metri, ma ha preferito concentrare tutte le energie e le speranze sul giro di pista. Scelta ampiamente ripagata con la qualificazione alla finale ottenuta sabato mattina correndo in 50″33 (personale) e consolidata domenica con la conquista del quarto posto finale ottenuto limando ancora il suo miglior tempo e portandolo a 50″26, tempo che gli vale anche il nuovo record societario Under 18.

Tutta savonese era anche la staffetta 4×100 maschile, composta da Alex Gaeta, Gabriele Scarrone, Marco Carofiglio e Alberto Cavallo, che riesce a migliorarsi rispetto al tempo fatto a Vado qualche mese fa chiudendo in 45″04 con il 23° posto finale. Sempre in campo maschile doppia “fatica” per Alberto Cavallo, impegnato venerdì nei 100 metri e domenica nei 110 ostacoli: nella gara piana 46° posto finale con 11″40 (personale) mentre sugli ostacoli chiude 34° in 15″65. Nella pedana del salto con l’asta era invece impegnato Marco Scannavino, che in una gara climaticamente calda salta 3,30 metri giungendo 30°.

In campo femminile giunge 35ª Elisa Becce nei 400 ostacoli, chiudendo la sua prova in 1’10″37, non lontano dal personale. E’ 37ª Matilde Ferrando nel salto in lungo, chiuso con la miglior misura a 5,07 metri. Violante Surano, impegnata nel salto con l’asta, sfiora di un niente il 2,90 metri che le sarebbe valso un bellissimo personale fermandosi così a 2,60 metri e piazzandosi al 36° posto.

Positive le prove delle due staffette femminili impegnate: la 4×100 composta da Elisa Becce insieme alle genovesi Ciaravino, Rebora e Schwarz giunge 10ª in 49″58, mentre la 4×400 che vedeva al via Federica Gorlani, Elisa Becce e le genovesi Andorno e Moretti chiude al 14° posto con 4’06″36, migliorando di quasi 5 secondi il tempo registrato una settimana fa a Sesto Fiorentino e sfiorando il record societario.

“Bilancio quindi ampiamente positivo – dicono i dirigenti dell’Alba Docilia -, all’interno di uno scenario di altissimo valore tecnico, che certifica e conferma che la strada intrapresa continua ad essere quella giusta. Il bello di esserci”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.