IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Assente più di metà maggioranza, consiglio regionale semideserto: la minoranza minaccia di abbandonare l’aula

Regione. Continuano le polemiche in Regione per le assenze degli esponenti della maggioranza. Anche oggi consiglio regionale semi deserto, con i banchi della maggioranza che appaiono praticamente vuoti: i consiglieri presenti, infatti, dovrebbero essere 23, mentre ce ne sono solo 6 e 4 assessori votanti. E questo nonostante il presidente del consiglio Michele Boffa abbia suonato il campanello per richiamare tutti per circa 20 minuti di seguito.

consiglio regionale

La minoranza, intanto, minaccia di abbandonare l’aula se non verrà raggiunto il quorum di 16 consiglieri. “Ho suonato 20 minuti questo campanello per cercare di richiamare all’ordine i consiglieri di maggioranza, dal momento che il quorum necessario non viene raggiunto – ha dichiarato il capogruppo di Forza Italia, Marco Melgrati – Nel question time non c’è mai il numero legale e noi siamo stufi di questo malcostume, è uno scandalo”.

“Ieri, per educazione, Forza Italia e Lista Biasotti hanno impedito che 20 persone, venute appositamente in audizione in commissione, fossero rimandate a casa per la vergognosa mancanza dei membri di maggioranza – ha detto poi rivolgendosi al governatore Burlando – Io la invito a fare una riunione con i suoi, perché se questa è la situazione, non si può andare avanti”.

“Certo, la legge sulla raccolta dei funghi non sarà considerata fondamentale – ha sottolineato richiamando la vicenda di Burlando a Rondanina – ma come lei sa bene, visto che preferisce andare a funghi, è importante, e senza contare che, sempre ieri, in commissione, eravamo chiamati a discutere anche un provvedimento sul trasporto pubblico. Entrambi sono saltati per l’assenza grave dei suoi sodali. Non credo di essere il Pierino della situazione, ma credo sia una questione di serietà e rispetto dei cittadini”.

“Burlando – ha invitato – vada a prenderli con i carabinieri, faccia qualcosa. Se non ci sarà il numero minimo di 16 consiglieri di maggioranza – ha concluso Melgrati – il gruppo di Forza Italia uscirà dall’aula”.

Dello stesso tenore le rimostranze del leghista Francesco Bruzzone. “Tutto questo non è ammissibile. Da qualche anno siedo in Consiglio Regionale, ma credo che una situazione di questo genere, in modo così costante e permanente, non si sia mai verificata. È una mancanza di rispetto nei riguardi di questa assemblea, e dei cittadini liguri”.

“Il mio auspicio, naturalmente, è che questo non succeda più, ma se non c’è più la capacità, o la possibilità, di tenere insieme la maggioranza, è opportuno che si facciano le dovute considerazioni – ha notato ancora – Noi siamo qui per lavorare. Nessuno di noi ha voglia di venire qui a perdere tempo, o peggio di essere preso in giro da alcuni colleghi della maggioranza che, magari presi dall’euforia dei risultati elettorali, hanno deciso di non mostrare più alcun interesse per i lavori di questo Consiglio. La maggioranza dia un segnale di serietà, perché episodi come questo non si verifichino più”, ha concluso il capogruppo della Lega Nord.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da alvaro felici

    E il latte materno della Gasco???