IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

Treno deragliato, i Verdi savonesi: “Tragedia sfiorata, ma prevedibile. Ora serve un raddoppio”

Più informazioni su

Tutti ormai si sono resi conto di quale tragedia sia stata sfiorata ad Andora. Non viviamo in una landa desolata. L’area è ben conosciuta e monitorata. Certamente alcuni tecnici erano consapevoli dei rischi per l’instabilità di quel costone che è poi inevitabilmente scivolato sui binari. Ora tocca alla Magistratura individuare le responsabilità per le colpevoli omissioni. Nel frattempo sono necessari provvedimenti coraggiosi e urgenti, simili a quelli adottati negli anni settanta dopo il cedimento della galleria, sulla vecchia linea, in prossimità di Varigotti. Fatto che portò alla decisione immediata di realizzare il raddoppio tra Vado Ligure e Finale Ligure.

Con il 2014 ci avviciniamo al 142° anniversario dell’apertura della linea ferroviaria Genova-Ventimiglia. I lavori vennero iniziati sotto il Regno di Sardegna con enormi difficoltà tecniche dati i tempi e ultimati in soli 12 anni : il 18 marzo 1872 si raggiunse il confine francese. I mezzi tecnici moderni consentirebbero ora,in pochi anni, il completamento e il raddoppio di una linea ferroviaria fondamentale per la Liguria. Linea che pur tra i mille problemi è alla base dell’economia del nostro Ponente.

I Verdi savonesi hanno più volte denunciato gli assurdi ritardi, le lentezze nella realizzazione di un opera vitale per il turismo, per i lavoratori e gli studenti che quotidianamente utilizzano il treno, mezzo più ecologico, in alternativa al trasporto su gomma certamente più inquinante. I Verdi auspicano che le risorse economiche oggi disponibili vengano dirottate da progetti faraonici, dannosi sotto il profilo ambientale, economicamente programmati per il 2050 (TAV, Bretella Borghetto S. Spirito- Predosa ecc.) e orientate per dar lavoro immediato nel completamento della ferrovia Genova – Ventimiglia.

Il portavoce dei Verdi savonesi
Gabriello Castellazzi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.