IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Operatori sociali e sanitari della valle si uniscono ai sindaci in difesa dello Ial di Carcare

Più informazioni su

Carcare. A seguito dell’incontro pubblico tenutosi lo scorso 20 dicembre sulla situazione di crisi del Centro di Formazione Professionale IAL di Carcare i Sindaci dei Comuni della Valle Bormida hanno predisposto un documento per ufficializzare le richieste delle istituzioni e dei soggetti sociali del territorio.

Anche i responsabili di servizi sociali, sanitari o scolastici, vi aderiscono condividendone appieno i contenuti e auspicano una rapida e positiva soluzione della vicenda, per far sì che venga garantita alla comunità locale una risorsa indispensabile sul piano formativo, sociale e occupazionale.

Ecco il contenuto del documento in questione: “Vista la pesante situazione di crisi determinatasi per l’Istituto di formazione professionale IAL Liguria, sede di Carcare, riconosciuto dalla Regione Liguria quale Ente di Formazione accreditato nell’Albo Regionale, in cui circa quindici dipendenti ed altrettanti docenti esterni non percepiscono la retribuzione da circa sei mesi ed a fronte della pesante prospettiva che mette a rischio un presidio fondamentale di formazione professionale che coinvolge circa 250 giovani ogni anno, recuperando dispersione scolastica, disagio sociale, offrendo cicli di formazione finalizzata ad un possibile inserimento lavorativo funzionale alle imprese del territorio; ritenuto di grande valore il presidio formativo dello IAL di Carcare ubicato in una zona pesantemente colpita dalla crisi industriale e quindi necessitata di strumenti formativi professionali a sostegno della possibile occupazione e finalizzata al supporto delle aziende territoriali e di start-up di nuove imprese; considerata la condivisione di tale preoccupazione da parte degli operatori del settore e degli utenti e più in generale del sistema sociale, formativo ed economico operante nel territorio della Valle Bormida; si avanza la seguente richiesta”.

Eccola: “L’immediato pagamento delle retribuzioni a dipendenti e consulenti dell’istituto di formazione professionale IAL Liguria sede di Carcare, anche con l’utilizzo di anticipi finanziari da parte della Regione Liguria; la definizione e la stabilizzazione dell’assetto proprietario, finalizzata alla prosecuzione delle attività formative senza soluzione di continuità; l’attivazione dei corsi di formazione nelle specialità previste nel quadro della programmazione formativa territoriale; il sostegno pieno attraverso le opportune e concrete azioni di supporto ad un presidio di formazione professionale – IAL Liguria sede di Carcare – ritenuto fondamentale per il territorio della Valle Bormida”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.