IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, 31enne nigeriano sorpreso a spacciare in piazza del Popolo: rincorso dai carabinieri per il centro e arrestato

Più informazioni su

Savona. Lo hanno rincorso per le vie del centro città e, prima di riuscire a bloccarlo definitivamente, è riuscito a divincolarsi e fuggire due volte. A dare del filo da torcere ai carabinieri di Savona, ieri sera, è stato un nigeriano di 31 anni, C.A., sorpreso a spacciare in piazza del Popolo.

Erano da poco passate le 22 quando una pattuglia dei militari che stava effettuando un normale controllo del territorio ha notato la presenza sospetta dell’uomo. Pochi minuti dopo il nigeriano è stato visto passare qualcosa nelle mani di un giovane e, di conseguenza, i militari hanno deciso di intervenire. Non appena si sono avvicinati i due sono scappati: il cliente ha gettato a terra una pallina di marijuana ed è riuscito a dileguarsi mentre gli uomini dell’Arma hanno iniziato a tallonare il presunto pusher.

La fuga è durata diversi minuti ed ha attraversato le vie del centro città. Il nigeriano, prima di essere arrestato, è stato fermato due volte, ma in entrambi i casi è riuscito a liberarsi dalla presa dei militari (uno dei quali è anche rimasto leggermente ferito). Al terzo tentativo, in via Gramsci, i carabinieri sono finalmente riusciti a bloccarlo e a mettergli le manette. Dalle tasche dell’uomo sono saltate fuori 21 palline di marijuana e tre confezioni più grosse della stessa sostanza, per un totale di 150 grammi.

Per C.A., che ha anche rotto uno specchietto dell’auto di servizio, le accuse sono detenzione e spaccio di stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo è stato processato per direttissima questa mattina ed ha patteggiato otto mesi di reclusione e duemila euro di multa senza sospensione condizionale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da yogsototh

    e io dovrei sentirmi al sicuro con delle forze dell’ordine del genere sembra di leggere una barzeletta….rincorso preso per tre volte un carabiniere ferito per prendere uno così mi preoccupo se succede qualcosa di più serio……e poi le multe che gli fanno mi fanno ancora più ridere tanto non pagheranno mai….siamo proprio in italia….

  2. Scritto da charlie brown

    stessa fine anche per gli italiani che spacciano, vero pirata?

  3. pirata
    Scritto da pirata

    Ormai in Italia facciamo indulti e sconti di pena, per svuotare le carceri. Allora mi chiedo: Bruciarlo insieme allo stupefacente, magari nei forni della Tirreno di Vado? Potrebbe essere una soluzione …..