IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Patteggia l’americano arrestato per rapina a Borghetto: condannato ad un anno, 4 mesi e 10 giorni

Borghetto S.S. Nessuna perizia psichiatrica, ma un patteggiamento. Si è concluso così questa mattina, contrariamente a quanto definito nell’udienza di due giorni fa, il processo per direttissima che vedeva imputato Mark Patterson, il cinquantatreenne di origini inglesi, ma residente negli Stati Uniti, arrestato per rapina impropria e lesioni a danno di una coppia di Borghetto. Stamattina l’uomo, difeso dall’avvocato Luca Morelli, ha accettato di patteggiare ed è stato condannato ad un anno, quattro mesi e dieci giorni di reclusione con la sospensione condizionale della pena.

Terminata l’udienza Patterson è tornato quindi in libertà e si è allontanato in compagnia della moglie, la stessa con la quale il giorno di Capodanno aveva avuto un’accesa discussione nell’area di servizio di Ceriale sulla A10. Se l’imputato non avesse optato per il patteggiamento sarebbe stato sottoposto ad una perizia psichiatrica per la valutazione della sua capacità di intendere e di volere. Un passo che, vista la scelta di questo rito alternativo, non è servito.

Patterson era accusato di aver rapinato delle chiavi di casa una donna incontrata per strada in via Dante a Borghetto. La signora stava portando fuori il cane quando, secondo il suo racconto, era stata avvicinata dall’inglese che avrebbe tentato un approccio. Vista la resistenza della vittima, l’arrestato le aveva strappato di mano le chiavi ed aveva iniziato a picchiarla. A quel punto era intervenuto il compagno di lei (entrambi si erano costituiti parti civili con l’avvocato Mauro Vannucci), che però era stato a sua volta aggredito. Solo l’intervento di alcuni passanti aveva messo in fuga l’americano che, poco dopo, era stato fermato dai carabinieri nascosto nel portone di una palazzina.

Secondo quanto accertato, l’uomo era arrivato insieme alla moglie in Italia da Parigi con un’auto a noleggio. La coppia voleva andare a Nizza, ma avrebbe sbagliato strada ritrovandosi nell’area di servizio di Ceriale. Qui Patterson, che da tempo sembra soffrire di disturbi psichiatrici, avrebbe dato in escandescenza litigando con la compagna che era stata costretta a scendere dall’auto e abbandonata in autostrada. Il cinquantenne era quindi ripartito senza di lei per poi lasciare la vettura in autostrada e raggiungere Borghetto a piedi. Lì, poco dopo, c’era stata l’aggressione contro la coppia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.