IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Marò, Vaccarezza declina invito del Consolato Indiano: “Non mi nascondo come Pisapia”

Provincia. Questa mattina il Presidente della Provincia di Savona Angelo Vaccarezza ha declinato l’invito per la serata organizzata, venerdì 24 gennaio a Milano, dal Consolato Indiano in occasione della 65° Giornata Nazionale della Repubblica dell’India.

“Omaggiare come amministratore italiano un paese che si autodefinisce democratico ma che detiene ingiustamente da quasi due anni due nostri compatrioti, i Marò Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, sarebbe proprio un affronto nei confronti di questi uomini che vivono un’esistenza da prigionieri senza diritti” ha dichiarato il presidente Vaccarezza.

“Il mio rifiuto a non voler condividere banchetti e festeggiamenti nulla c’entra con altri impegni in agenda, non sarò presente per scelta. Non mi nascondo come il sindaco di Milano Giuliano Pisapia dietro ad impegni istituzionali in virtù di chissà quale timore ad esprimere la propria vicinanza ai due Marò, compatrioti, ribadisco, e non semplicemente connazionali. Evidentemente io e il sindaco Pisapia intendiamo in modo differente il concetto di Patria e di appartenenza alla Nazione, un concetto che si fonda su valori ed identità oltre ogni globalizzazione”.

“Due anni prigionieri in India, due lunghi anni d’attesa senza una soluzione da parte del nostro Governo, una mancanza d’azione che potrebbe generare epiloghi ancora peggiori. Le vite di questi uomini valgono di più di ogni relazione commerciale, parliamo di italiani ingiustamente accusati, vessati. Spero di non dover mai dire anche dimenticati dalla propria Patria”.

Di seguito il testo della inviata dalla Provincia di Savona alla segreteria del Consolato Indiano con sede a Milano: “Nel ringraziare per il cortese, ed in altre circostanze gradito, invito alle celebrazioni organizzate dal Vostro Consolato venerdì 24 gennaio a Milano, in occasione della 65° Giornata Nazionale della Repubblica dell’India, siamo a comunicare che il Presidente Angelo Vaccarezza non parteciperà al ricevimento di gala”.

“Il presidente Vaccarezza motiva la sua assenza come gesto di solidarietà nei confronti dei due militari italiani Salvatore Girone e Massimiliano Latorre ingiustamente trattenuti da ventiquattro mesi nel Vostro Paese”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da trecentri

    Condivido appieno la scelta del Presidente della Provincia. Apprezzo il riferimento all’amor di patria che spesso noi italiani ricordiamo di avere solo ai Mondiali di Calcio. Due nostri compatrioti sono tenuti in ostaggio da due anni senza un capo d’accusa e , cosa a mio avviso più grave, il Governo tecnico Monti è stato anche capace di riconsegnarli senza opporre la minima resistenza diplomatica.

  2. mr. wendal
    Scritto da mr. wendal

    a parte la presa di posizione legittima di Vaccarezza, mi sorprendono 2 cose :
    1) per quale motivo il consolato indiano dovrebbe invitare ad una serata di gala il presidente di una piccola provincia italiana ?
    2) nessun accenno all’albenganese Tomaso Bruno ?

  3. Scritto da ingauno doc

    Bravo Angelo, finalmente un politico degno di questo nome!!!

  4. Scritto da gg

    notiziona….sicuramente gli indiani non ci dormiranno la notte su questo rifiuto cmq caro vaccarezza ricordati anche di Tommaso e Elisabetta detenuti in una VERA prigione indiana,non come i marò

  5. franzdea
    Scritto da franzdea

    bravo …non c’è proprio niente da festeggiare con gli indiani…