IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Maltempo, dall’Arpal tutti i dati sulla perturbazione che ha flagellato la Liguria: precipitazioni record a Ceriana

Più informazioni su

Liguria. La fase più acuta della perturbazione che da ieri mattina interessa la Liguria è durata circa 24 ore, e ha rovesciato su un territorio già saturo ingenti quantitativi di pioggia. A fornire l’identikit dell’ondata di maltempo che sta flagellando la nostra Regione sono gli esperti dell’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente Ligure che, nel pomeriggio, hanno reso noti i dati sulle precipitazioni.

“Fra le considerazioni generali, da segnalare l’anomalia termica compresa fra +2 e +5 gradi sulla temperatura massima nei capoluoghi di provincia, il +60% di precipitazioni misurate nell’anno 2013 nel territorio spezzino (1600mm contro i 1000mm della media climatica annuale) e il mese di dicembre 2013, che in provincia di Imperia e della Spezia ha registrato addirittura +200% di precipitazioni (200 mm contro i 70mm della climatica mensile)” osservano dall’Arpal.

Questi i dati più significativi misurati fra ieri e oggi dal Centro Meteo-Idrologico di Arpal: le cumulate su 24 ore più significative sono state in provincia di Imperia, con il massimo di 334 mm a Ceriana, seguito dai 302 mm di Montalto Ligure e dai 259 mm di Testico. Nella stessa zona massima intensità oraria con 46 mm/h a Ceriana (dalle 22 alle 23 del 16/01), e trioraria, con 92 mm/3h a Rocchetta (dalle 00 alle 3 del 17/01). I corsi d’acqua esondati sono stati Nervia (Dolceacqua), Rio San Lorenzo (Sanremo), Argentina (zona foce), Caramagna (Imperia), Rio Oliveto (Imperia), Centa (aree golenali, Albenga), S.Rocco (Ceriale), Entella alla foce. A Genova, dove la media climatica del mese di gennaio è di 123 mm, si è innalzato di un metro e mezzo il Bisagno; le precipitazioni sul capoluogo hanno raggiunto valori elevati, ma fortunatamente lontani dagli alluvioni degli anni passati.

Con l’acqua caduta fra ieri e oggi, le piogge areali nell’ultimo mese hanno raggiunto i seguenti valori (30 giorni precedenti + 16/17 gennaio): zona A: 400 mm + 160 mm; zona B: 450 mm + 100 mm; zona C: 520 mm + 98 mm; zona D: 400 mm + 62 mm; zona E: 580 mm + 105 mm.

Sul fronte delle previsioni invece ecco l’ultimo bollettino emesso dall’Arpal: domani nel corso della mattinata ci sarà una nuova ripresa di precipitazioni su tutta la regione, con progressiva intensificazione dei fenomeni nel corso della giornata. Le piogge risulteranno più persistenti su centro e Levante (BCE) dove gli accumuli potranno risultare significativi o localmente elevati. Non si escludono ancora deboli nevicate nell’entroterra savonese a quote superiori ai 500 metri. Venti forti con locali rinforzi di burrasca, da Nord-Ovest e da Sud-Sud-Est. Per domenica ancora piogge diffuse, deboli ma persistenti con cumulate significative. Possibili rovesci moderati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.