IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Deragliamento treno, Melgrati: “A quando il raddoppio?”, interrogazione in Consiglio regionale

Ponente. “Il binario unico che collega Italia e Francia sulla Riviera ligure, da Finale Ligure ad Andora (il tratto da Andora fino a oltre Imperia è in costruzione) è una vergogna italiana. Le piccole “beghe” tra campanili hanno di fatto rallentato la progettazione definitiva di questa importantissima opera, che metterebbe in comunicazione, all’onore del mondo, l’Italia con Francia e Spagna lungo la direttrice mediterranea con treni ad alta e media velocità”. Così Marco Melgrati e Marco Scajola (FI), dopo i disagi alla viabilità e l’interruzione della tratta ferroviaria ad Andora, torna sul tema del raddoppio ferroviario, opera quanto mai necessaria per il ponente ligure.

“E’ inutile evidenziare l’importanza dal punto di vista funzionale, dei tempi e di sviluppo dell’economia turistica e non solo che questo raddoppio potrà portare. Oggi il ponente della Liguria, per quanto riguarda la situazione della ferrovia, è abbandonato a se stesso…I tempi di percorrenza sono fermi dall’inizio del secolo scorso! I limiti del binario unico si sono manifestati in questi giorni in maniera esponenziale. E’ bastata una frana sul tracciato, che ha fatto rischiare la tragedia con il deragliamento di un treno passeggeri, per bloccate per chissà quanto tempo la ferrovia. Incredibile!” dicono Melgrati e Scajola.

“Come gruppo di Forza Italia abbiamo presentato una interrogazione a risposta immediata, fanno sapere Marco Melgrati e Marco Scajola, all’assessore alle Infrastrutture Raffaella Paita per conoscere lo stato dell’arte della progettazione (definitiva/esecutiva?) e del finanziamento della tratta da parte del CIPE tra Finale Ligure e Andora, e un ordine del Giorno per sollecitare il Ministro Lupi a reperire i fondi necessari per completare il raddoppio ferroviario, e togliere la Liguria di ponente dall’isolamento che questo binario unico comporta, con situazioni come questa, e tratte da coprire con tempi da Far West, verso paesi del Sud dell’Europa di primaria importanza che affacciano sul mediterraneo”.

“Rimpiangiamo i tempi in cui la Liguria era all’attenzione della politica nazionale e romana, si facevano i progetti e venivano appaltati i lavori, come per la tratta Ventimiglia – Andora e i tratti stradali alternativi dell’Aurelia bis quando presidente del Consiglio era Silvio Berlusconi e Ministro delle Attività Produttive Claudio Scajola” concludono Marco Melgrati e Marco Scajola.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.