IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Big Snow” in arrivo anche nel savonese: previste nevicate abbondanti

Riviera. Il grande freddo artico in arrivo sull’Italia e anche sul savonese porterà gelo e nevicate intense attese da mercoledì 29 gennaio. Insomma i cosiddetti “Giorni della Merla” si faranno rispettare e per la Val Bormida e le alture del territorio provinciale si parla di una possibile “Big Snow”, che dovrebbe “colpire” anche le località costiere del ponente ligure.

“Le precipitazioni previste sono decisamente abbondanti e probabilmente nevose sino a bassissima quota (200 metri). Importanti risulteranno gli accumuli sulle prime colline, ben oltre 70 cm invece al Colle del Melogno” secondo Meteo Riviera Ligure.

“La neve, duranti i periodi di massima intensità precipitativa, si avvicinerà alla costa tra Noli e Finale Ligure; spostandosi verso ponente non sono previsti accumuli a Borgio Verezzi mentre nuovamente vi sono altissime probabilità di neve sulla cittadina di Pietra Ligure. Prestare la massima attenzione su tutte le strada provinciali del primo entroterra e sulla tratta autostradale tra Pietra Ligure e Savona”.

“Loano risulterà l’isola di calore del ponente. La neve non dovrebbe raggiungere la costa ma limitarsi a coinvolgere solo il suo entroterra oltre i 200/300 metri. A Borghetto Santo Spirito invece si rialzano le quotazioni per poter vedere una nevicata coreografica sino sul Capo Santo Spirito”.

Intanto, in previsione dell’ondata di maltempo sulla Liguria, Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) ha attivato la fase di allerta del piano neve e gelo, in relazione alla particolare situazione meteo e allo “stato di attenzione” emesso dalla Protezione Civile. In particolare, a partire dalla mezzanotte di oggi, saranno attivi i Centri Operativi Territoriali, coordinati dalla Sala Operativa Centrale di RFI, che gestiranno le eventuali criticità provocate dal maltempo.

Previsti anche specifici controlli e attività sugli impianti ferroviari, con l’accensione delle scaldiglie e corse raschia ghiaccio, nelle ore notturne, per mantenere in efficienza le linee di alimentazione elettrica. Inoltre, sono allertate le squadre dei tecnici RFI per un pronto intervento in caso di necessità e quelle delle ditte appaltatrici per eliminare eventuali accumuli di neve dai marciapiedi delle stazioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.