IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, il Pd ingauno attacca Guarnieri: “Buffo avere lezioni di democrazia da chi in politica si è sempre sentita onnipotente”

Albenga. “Ascoltare le parole della Sig.ra Guarnieri è come assistere a un incontro di pugilato in cui il pugile, ormai in confusione, tira colpi al vento”. Ricorrono a una metafora sportiva Alessandro Andreis e Iuri Patrone, segretari dei circoli Pd di Albenga e Villanova, nel loro nuovo attacco all’ex sindaco ingauno.

I due si rivolgono direttamente alla “zarina verde” con parole dure: “Signora Guarnieri, è buffo avere lezioni di democrazia da chi come Lei ha un passato amministrativo segnato da una presunzione di onnipotenza politica nei confronti dell’opposizione, dei cittadini e della sua ormai ex maggioranza consigliare. Ma del resto i giudizi al suo operato amministrativo hanno avuto l’epilogo che tutti, Ingauni e Villanovesi, ormai bene conoscono”.

“Anche in questo caso l’ex sindaco albenganese non si smentisce – proseguono – con l’abilità di “cuoca” navigata (sembra aver scoperto il nuovo piacere di dedicarsi alla cucina con parenti ed amici), che rivolta la frittata. Il Partito Democratico è un partito coeso che ha sempre saputo ascoltare i cittadini siano essi Ingauni o Villanovesi in tempi in cui la signora Guarnieri e la Lega Nord parlavano di secessione inneggiando alla divisione sociale. Il Partito Democratico non fa e non ha mai fatto basse divisioni campanilistiche degne della vecchia politica di cui la signora Guarnieri è parte. Il Partito Democratico ha un Segretario Nazionale, Matteo Renzi, scelto da quasi tre milioni di italiani, 9023 in provincia di Savona, 843 Albenganesi e 188 tra Villanova e comprensorio”.

“Iuri Patrone, Democratico, e la segreteria di Villanova e comprensorio, Alessandro Andreis, Democratico, e la segreteria Ingauna, come del resto chiaramente dichiarato, sono dalla parte dei cittadini, dei comitati, delle associazioni e degli imprenditori Villanovesi e non, rispettosi delle autonomie di azione e di pensiero! I cittadini meritano rispetto. Ha ragione signora Guarnieri, da che mondo e mondo le persone si riuniscono e dibattono. Ed è giusto così! Compito dei partiti è controllare che novelli imbonitori non vendano fumo per trarne vantaggio politico e Lei, signora Guarnieri, purtroppo per i cittadini Albenganesi e Villanovesi, credo ne sappia qualcosa”, concludono.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. marty74
    Scritto da marty74

    Non credo Renzi sia stato scelto dagli italiani. Secessione sempre. Devolution, unica riforma che avrebbe salvato questo disunito paese dal 1861. Un popolo non si crea. O lo è o non lo è. E gli italiani non sono un popolo.