IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

Vendita all’asta del Villino XXV Aprile: le considerazioni dei Fieui di caruggi

Più informazioni su

A proposito della messa in vendita all’asta del Villino XXV Aprile riteniamo giusto sottolineare, senza spirito polemico, alcuni aspetti: il villino è diventato di proprietà comunale quasi 40 anni fa (!) e per decenni , nel susseguirsi di amministrazioni di ogni colore, è stato vergognosamente trascurato, inutilizzato ed abbandonato fino a ridursi nello stato fatiscente attuale. Quindi qualche colpevole del degrado in cui si trova è identificabile.

La sua collocazione, le sue dimensioni ed alcuni aspetti architettonici lo rendono un bene pubblico importante e fondamentale per uno sviluppo culturale e turistico cui Albenga e la sua zona mare devono aspirare se vogliono ancora avere un futuro economico.

Occorre un intervento di recupero serio, pur in un momento critico per le casse dei Comuni, magari con ricerca di fondi europei. Si vedano ad esempio alcune operazioni di restauro di importanti beni pubblici nel Finalese, con grandi ricadute occupazionali, sociali, artistiche, ecc. La vendita a base d’asta al ribasso rischia di permettere l’acquisizione-speculativa di un bene di tale importanza da parte di qualche privato con grave danno per la Comunità.

Siamo pertanto favorevoli alla sospensione della vendita da parte del Commissario Prefettizio auspicando che la futura Amministrazione Comunale – qualunque essa sia – possa (e soprattutto voglia e sappia) trovare per il Villino XXV Aprile una giusta soluzione che non miri a “recuperare quattrini” per colmare qualche buco di bilancio, ma serva al progresso dell’ Albenga del futuro.

Come ha detto Carlo Petrini , fionda di legno 2013, “il turismo del futuro parte dai cittadini residenti, dalla loro qualità della vita, dalla loro capacità di essere felici, dalla loro cura verso la terra che abitano: i turisti arriveranno di conseguenza”. Riteniamo che il mantenimento del Villino XXV Aprile al patrimonio pubblico, il suo recupero ed il suo utilizzo nell’interesse della Comunità e degli Ospiti sarebbe un piccolo passo in questa direzione.

Fieui di caruggi

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    tramite google earth si può prendere visione del “fatiscente” villino … che fatiscente non è. …….
    e se qualche assurdo pensatore ritiene debba restare in possesso della comunità ….
    si sbaglia ….
    .
    basta tassare la gente per tenere quanto può essere ceduto a chi lo utilizzerà meglio …
    rimpinguando le casse comunali ….
    potrà evitare di gravare. continuamente sui cittadini …..
    quelli che pagano …
    non quelli che vivono sui contributi altrui.