IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Turismo, Noli e Bergeggi primeggiano nella Guida Blu di Legambiente

Bergeggi e Noli primeggiano nella classifica di Legambiente che premia le due località turistiche savonese con 4 Vele nella Guida Blu. Segnali positivi arrivano anche da Finale Ligure, dove la ‘Baia dei Saraceni’ è stata eletta dai bagnanti miglior spiaggia della Liguria nell’estate 2013 attraverso la campagna “La più bella sei tu”. In testa nella classifica Vernazza con 5 Vele.

Il savonese esce quindi a testa alta dall’analisi di Legambiente che premia bellezza, sostenibilità e ambiente considerati elementi fondamentali per il rilancio turistico ligure.

“l turismo ambientale ha coefficienti di crescita a due cifre. Dei 360 milioni di vacanzieri europei stimato, il 50% torna nelle stesse località spinto da motivazioni di tipo ambientale. L’ambiente, la natura e le bellezze paesaggistiche sono fattore di scelta di una vacanza per il 58 per cento degli italiani. La sfida è aperta: le amministrazioni, insieme ai piccoli centri, le piccole e medie imprese, hanno l’opportunità, partendo dai territori e dalle loro peculiarità e bellezze, di rilanciare un’economia green e sostenibile” afferma Legambiente.

“Le tendenze degli ultimi anni confermano che la tutela del territorio, del paesaggio, della cultura e delle tradizioni locali sono, in generale e a maggior ragione in Liguria, prioritarie per il futuro del turismo – dichiara Santo Grammatico, presidente Legambiente Liguria – La qualità ambientale dei territori e delle strutture ricettive influisce, infatti, sempre di più sulla scelta delle destinazioni di vacanza. Questo è l’unico modo per riuscire ad intercettare un turismo nazionale ed internazionale particolarmente attento. Per questo è necessario che anche le amministrazioni locali si attivino per la valorizzazione di buone pratiche e strategie di turismo sostenibile che concretizzano un nuovo modo di scoprire e vivere i territori della nostra regione. In una fase di forte deindustrializzazione questa è la strada da percorrere per tutelare maggiormente la qualità dei nostri territori, promuovere una occupazione durevole e la green economy. La nostra associazione per questo propone l’adesione volontaria delle strutture ricettive all’etichetta ecologica di Legambiente Turismo, che ha lo scopo di coinvolgere coloro che riconoscono nella qualità dell’ambiente un presupposto imprescindibile per svolgere le loro attività ed essere più competitivi sul mercato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.