IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tecnologie del mare, salute e qualità della vita: la Regione punta su ricerca e innovazione

Regione. Approvato questa mattina in giunta regionale, su proposta dell’assessore allo sviluppo economico Renzo Guccinelli, il documento strategico di indirizzo per le ”specializzazioni intelligenti” su cui concentrare i prossimi fondi europei. Tre i grandi settori di specializzazione che la Regione Liguria ha individuato per concentrare le politiche regionali in materia di innovazione e specializzazione nel periodo 2014-2020: tecnologia del mare, salute e scienza della vita, sicurezza e qualità della vita nel territorio.

Gli ambiti definiti rafforzano la rete dei poli e distretti liguri individuati dalla Regione per aggregare imprese e organismi su tematiche strategiche per il territorio. “La politica delle specializzazioni intelligenti– spiega Guccinelli – è un nuovo approccio definito a livello comunitario con l’intento di riuscire a migliorare la specializzazione economica e tecnologica e a colmare il gap competitivo dell’Europa con gli altri sistemi economici.

La definizione di smart specialisation abbraccia un concetto di innovazione inteso non soltanto come investimento in ricerca-innovazione-formazione, ma anche come incentivo alla competitività regionale: l’obiettivo è quello di sostenere filiere e competenze basate sulla specificità delle strutture economiche presenti nella Regione”.

La Regione Liguria, a partire dal marzo 2013, con il supporto di Liguria Ricerche, ha portato avanti un percorso partecipato per la definizione della strategia regionale di specializzazione intelligente che, partendo dall’analisi del contesto socio-economico, dallo studio del posizionamento regionale e dall’analisi delle attività del sistema della ricerca, ha coinvolto tutti i soggetti attivi nel settore della ricerca, dell’innovazione e dell’alta formazione. Il documento di “smart specialisation” rappresenta le linee di indirizzo e l’individuazione delle priorità per gli investimenti su cui verranno concentrate le risorse FESR del periodo di programmazione 2014-2020 in materia di ricerca e innovazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.