IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Stephan El Shaarawy operato in Portogallo, il faraone savonese fuori altri 2 mesi. Si allontana il sogno “mondiale”

Più informazioni su

“Un saluto a tutti dal Portogallo…l’intervento è andato bene……spero davvero di rientrare il prima possibile…passerà anche questa Vi abbraccio !! A presto …”. Così il savonese Stephan El Shaarawy su Instagram ha salutato tutti i suoi tifosi dal letto dell’ospedale di Santa Maria di Porto, in Portogallo, al termine dell’operazione eseguita dal professor Niek Van Dijk.

Il 2013 da incubo per il faraone savonese si chiude con una operazione che lo terrà lontano dai campi di gioco per oltre due mesi. Il Milan ha rilasciato un comunicato spiegando che l’attaccante cresciuto nel Legino ha subìto “un intervento chirurgico al piede sinistro”.

Il professor Niek Van Dijk, che ritiene l’intervento perfettamente riuscito, ha ipotizzato la ripresa di un progressivo condizionamento fisico-atletico a circa 10 settimane. La nota del Milan chiarisce che “l’operazione si è resa necessaria per stabilizzare il quarto osso metatarsale, impedendo così il sovraccarico sulla zona della pregressa frattura da stress”.

Il fratello del faraone, e suo agente, ha parlato a Radio Sportiva. “L’intervento al piede era una scelta inevitabile. Abbiamo aspettato, ma la microfrattura di due mesi fa non ci ha permesso di mantenere la terapia conservativa che avevamo concordato con la società – ha spiegato -. Per due settimane avrà un periodo di riposo assoluto. Stephan ora sta bene, si è ripreso dall’operazione, è tranquillo e sorridente. Il 2013 per lui è stato un anno un po’ così. Stephan deve solo pensare a guarire, il Mondiale passa dalla guarigione e dalla sua autostima. Deve ovviamente realizzare alcuni gol importanti, è naturale che il Mondiale venga di conseguenza. Il Milan e i tifosi ci sono stati molti vicini, volevo ringraziare soprattutto la società, grazie anche al dottor Tavana. Domani torneremo in Italia. L’obiettivo per Stephan è tornare ad allenarsi a marzo”.

Questo di fatto di fatto è la quarta battuta di arresto stagionale per El Shaarawy, che in questa stagione può vantare solo sette presenze e un gol, quello nei preliminari di Champions giocati in Olanda. “Al giovane attaccante rossonero non mancherà certamente il sostegno di tutto il popolo milanista che si unirà nel grido Forza Stephan”, si legge sul sito del club. Attestato di solidarietà che forse non basta a tenerne alto il morale.

Per rivedere l’idolo dei giovani calciatori savonesi calpestare un campo da calcio si dovrà aspettare sino a primavera; questo inevitabilmente allontana il suo sogno di giocare il Mondiale in programma a giugno in Brasile, dove, nell’estate scorsa, Stephan aveva partecipato alla Confederations Cup.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da steno

    Aggiungerei anche un bel chisse ne frega.