IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sfrattato e con due malati in casa: la Presidenza della Repubblica scrive a Mario Riboldi

Alassio. Una lettera della Presidenza della Repubblica arrivata oggi ed indirizzata a Mario Riboldi, il 58enne alassino di origini piemontesi, con due malati in casa e senza un lavoro, che da tempo conduce una battaglia per ottenere alloggio popolare ad Alassio per se e la sua famiglia.

Nei suoi confronti è stato notificato lo sfratto nell’attuale alloggio in cui vive, nella frazione di Solva: entro il 10 dicembre dovrà lasciare la sua casa e rimanere in mezzo ad una strada.

“Da parte dello Stato ci è stato un interessamento riguardo alla mia situazione e alla mia vicenda, tuttavia la lettera della Presidenza della Repubblica rimanda ad un intervento delle autorità locali: da questo punto di vista ancora nessuna soluzione anche perché le proposte avanzate dal Comune di Alassio sono impossibili da sostenere per la nostra famiglia, in quanto richiedono un affitto troppo elevato da sostenere” afferma Mario Riboldi.

“Abbiamo invece chiesto la possibilità di andare ad abitare in un alloggio popolare in via Pera, disabitata da circa un anno. Ci hanno detto che non abbiamo i requisiti in quanto sono abitazioni solo per due persone e non adibite per i disabili: si tratta di un complesso di alloggi sul quale il Comune ha in mente un bando. Alla fine, quindi, se non arriveranno soluzioni concrete entro pochi giorni io e la famiglia non sapremo davvero che fare…Finiremo davvero in mezzo ad una strada” conclude Riboldi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da cielo

    d origine piemontese ma dal 1963 che vive fra finale alassio
    entroterra va bene ma in casa popolare visto il reddito
    la casa e comunque un diritto sancito dalla costituzione
    si accettano polemiche ma costruttive almeno ma nessuno e solidale con loro siamo tutti egoisti?!

  2. Scritto da cipinox

    Questi però sono i veri poveri e ITALIANI da aiutare!
    Vergogna!

  3. Scritto da proteus

    Ma il sindaco di Alassio non era quello che ha inventato l’assessore per due giorni (Vaccarezza), sono certo saprà trovare la giusta e doverosa soluzione al fine che questa persona non vada a finire per la strada.

  4. Scritto da durbans74

    potrebbe anche accontentarsi dell entroterra….alassio e un po da vip….

  5. Bandito
    Scritto da Bandito

    Ma se è di origini piemontesi perchè non chiede una casa in piemonte?