IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Forconi, riprende la protesta: scontri con le forze dell’ordine. Mannarà: “La gente applaude dalle finestre” foto

Savona. La protesta dei forconi riprende vigore a Savona. Un gruppo di manifestanti (circa cento persone) hanno preso le mosse in un corteo verso la Torretta: hanno cercato di sfondare il cordone della polizia e dei carabinieri, ma poi si sono seduti a terra.

Protesta forconi Savona

Il concentramento che si è creato in Piazza Saffi ha provocato qualche lieve contraccolpo sulla viabilità. Le forze dell’ordine stanno già valutando possibili provvedimenti per i responsabili di cortei non autorizzati. Si sono registrati scontri tra manifestanti e agenti, con qualche contestatore che è riuscito ad oltrepassare il blocco delle forze dell’ordine. Nonostante qualche momento di tensione, alla fine la protesta è rientrata con i manifestanti rimasti davanti alla Prefettura, inneggiando cori e slogan.

Comune e direzioni scolastiche hanno avvisato studenti e genitori perché si evitino nuovi episodi di disordine: “E’ stata constatata la partecipazione di giovani studenti prevalentemente indotti alla protesta da persone adulte, di cui alcune note alle forze dell’ordine, estranee all’ambiente scolastico”.

E ancora: “Sembrerebbe che gli stessi abbiano cercato di coinvolgere i commercianti ad una chiusura forzosa di alcune ore per domani mattina, minacciando azioni di ritorsione in caso di mancata adesione”.

Davide Mannarà si fa portavoce del coordinamento 9 dicembre: “Stanno facendo passare informazioni sbagliate su questa manifestazione, come se fossimo violenti o come militanti di estrema destra. Non siamo nessun partito né vogliamo strumentalizzazioni. Vogliamo manifestare in modo civile e pacifico. Loro non si aspettavamo che ragazzi così giovani potessero essere democratici… Abbiamo dato un esempio di democrazia. C’è qualcuno che cerca di strumentalizzare il popolo. Mentre passiamo le persone dalle finestre ci battono le mani. I commercianti chiudono le serrande in segno di solidarietà”.

“L’importante è che domani il sindaco parli con i ragazzi, almeno per risolvere i problemi della scuola. I ragazzi si sentono traditi: non hanno i riscaldamenti, non hanno i bagni puliti, non hanno la rete Internet. I giovani vogliono solo poter sognare e vedere i propri sogni realizzati” afferma Mannarà.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da gerardo14

    A volte la gente parla solo perchè ha la lingua in bocca e deve dare fiato alla voce. Sono le solite persone stupide che traggono conclusioni su situazioni che non hanno vissuto di persona.Danno del delinquente a dei ragazzi onesti che stanno organizzando una pacifica manifestazione,portando avanti anche i problemi di quelle persone abituate a sputar sentenze nascondendosi come conigli,per non parlare dei giornalisti che cercano la notizia bomba inventandosi situazioni mai avvenute.Si sa che per natura sono servi dello stato e di questa politica che li manipola come vuole,Grillo insegna.Non date giudizi fuori luogo,i deliquenti sono i politici che ci stanno dissanguando e stanno costringendo le imprese a chiudere e la gente a cercare da mangiare nei cassonetti.Delinquenti sono quelle persone che giudicano sentendosi dei paladini della giustizia.Invece di sentenziare perchè non venite anche voi in piazza così vi rendete conto della realtà oppure vi preme solo fare schoping e la gente che manifesta vi disturba?E voi che divulgate le notizie quando vi deciderete a fare i veri giornalisti?Oppure anche voi siete lì perchè qualche politico vi ha raccomandato?Vi auguro un felice Natale come quello che passeranno la maggior parte degli italiani che stanno facendo la fame

  2. Scritto da marcodemark

    certo che se protesta pure “Re Mida”.. mi sento veramente scavalcato

  3. Belan
    Scritto da Belan

    @ Davide r. Certo che detto da uno che si è registrato solo per commentare questo articolo ha la credibilità pari a ZERO. … Ma fammi il piacere…….

  4. annamaria2@
    Scritto da annamaria2@

    Nei video si vede sempre una persona che sbraita come una pazza
    Mi auguro non sia l’esempio per questi ragazzi , anche se non li credo così stupidi
    Anche alla tv fanno vedere la stessa persona per screditare la protesta
    Non siamo stupidi neppure noi che guardiamo ….

  5. Scritto da mauro73

    E giusto che gli studenti protestino, per evitare facili strumentalizzazioni forse sarebbe meglio che le manifestazioni le facessero alla fine delle lezioni, poi possono protestare anche in modo duro, ma solo unicamente per portare alla conoscenza di tutti i problemi della scuola (locali fatiscenti, strumenti didattici inadeguati, riscaldamento che non funziona, bagni sporchi e senza carta igienica ecc.)