IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Da Savona ad Albenga la protesta continua: traffico in tilt da ore, bloccati i turisti della Costa Serena foto

Savona. Caselli autostradali di Savona e Albisola saturi, bloccati dall’afflusso di veicoli e mezzi pesanti così come resta molto difficile la circolazione nella città della Torretta ancora bloccata dalla protesta dei “forconi”, con blocchi di traffico segnalati in piazza Saffi, piazza Leon Pancaldo, piazza Mameli, oltre alla via Aurelia ed in altre arterie della cittadina savonese. Nel primo pomeriggio non sono mancati momenti di tensione in via Torino ed in via Famagosta, mentre questa mattina in via don Bosco. La situazione rimane effervescente anche per il possibile arrivo nel corteo savonese dei centri sociali.

Bloccati anche i passeggeri che dovevano imbarcarsi sulla Costa Serena attraccata in porto, con i pullman rimasti paralizzati dal traffico ormai in tilt da ore: si prevede un grosso ritardo nella partenza della nave da crociera.

Considerato il blocco anche ai caselli autostradali, le forze dell’ordine sconsigliano ogni movimento. E intanto la protesa dei forconi prende corpo anche ad Albenga, dove intorno alle 16:00 di oggi un corteo ha iniziato ad entrare nel centro storico ingauno: protagonisti della protesta una quarantina di ragazzi delle scuole superiori, che hanno prima bloccato il ponte Rosso, in seguito hanno manifestato davanti alla stazione ferroviaria per poi dirigersi nella centrale piazza del Popolo: anche nella cittadina ingauna sono segnalati diversi blocchi e rallentamenti alla circolazione viaria.

Disagi anche alla circolazione ferroviaria sulla linea Genova – Savona – Ventimiglia, in quanto dalle 11:45 sono stati i occupati i binari della stazione di Imperia Oneglia, così come tra le stazioni di Diano Marina e Taggia Arma. Non è stato possibile attivare servizi con bus sostitutivi poiché anche la rete stradale è bloccata dalla protesta ancora in atto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Roberto Scarlatta

    Carlo, ben detto: se voglio evitare lo sterminio delle balene non intaso le strade ma vado a piazzare una mina sotto la chiglia della baleniera…. ottengo 2 risultati: la baleniera non uccide più ed il cittadino ha la sua tranquillità… e cercate di leggermi tra le righe.

  2. Scritto da Roberto Scarlatta

    No violenza? Sono anni che c’è gente che si suicida a causa della crisi creata da governi fantoccio dei banchieri… AD OGNI AZIONE NE CORRISPONDE UNA UGUALE E CONTRARIA! Quindi…. la violenza SI! Ovviamente non quella indirizzata verso automobili di privati e vetrine di negozi ma… verso quegli assassini al governo e anche verso chi li protegge!

  3. Carlo M.
    Scritto da Carlo M.

    Annamaria2: Si manifestazioni ma sotto casa tua. 24 ore su 24 contro la caccia alle balene e contro l’uccisione delle zanzare. Contenta?

  4. annamaria2@
    Scritto da annamaria2@

    No violenza. Si manifestazioni