IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione, approvato il bilancio preventivo 2014. L’assessore Rossetti: “Rigoroso e asciutto”

Più informazioni su

Regione. “E’ un bilancio rigoroso e asciutto, la cui approvazione, entro il 31 dicembre, rappresenta un ottimo risultato per la Regione Liguria”. E’ il commento dell’assessore regionale alle finanze, Pippo Rossetti, a margine dell’approvazione del bilancio preventivo 2014 in consiglio regionale.

“Colgo l’occasione – ha detto Rossetti – per ringraziare le forze di minoranza che hanno collaborato per rispettare questa scadenza. L’approvazione del bilancio preventivo in un clima di difficoltà generale permetterà alla Regione di funzionare e di poter affrontare situazioni complicate”.

Rossetti ha espresso soddisfazione anche per “l’innalzamento del tetto di reddito da 27 a 28 mila euro per l’esenzione Irpef sui redditi 2013, grazie al contenimento della spesa sanitaria e al rigore tenuto sia sulla sanità sia su tutto il bilancio”.

“A questo punto – ha rimarcato l’assessore – inizieremo immediatamente a lavorare con l’assessore alla cultura, Berlangieri per salvaguardare i teatri e le compagnie teatrali, grazie al milione di euro stanziato. L’investimento per l’Expo 2015 e l’anticipazione dei fondi europei permetteranno di lavorare su sviluppo e crescita turistica, mantenendo contemporaneamente i servizi essenziali su welfare e trasporto pubblico”.

Rossetti, appena appresa la notizia dal Governo dell’accoglimento delle richieste presentate dalla Liguria, insieme ad altre regioni, ha affermato: “La Liguria vince due volte, il Governo ha accettato il rinvio degli scaglioni sui redditi 2014 al 2015, oltre ad aver esentato dall’addizionale regionale Irpef i redditi maturati nel 2013 fino a 28 mila euro lordi annui che comprendono 25.000 iguri in più che si vanno ad aggiungere ai 740.000 già esentati, confermando una politica di rigore in ambito sanitario che consente di non colpire ulteriormente con le tasse la maggioranza delle famiglie liguri”.

“Apprendiamo con grande soddisfazione – conclude Rossetti – l’accoglimento da parte de Governo della proposta di rinviare al 2015 l’introduzione del metodo a scaglioni progressivi del calcolo dell’Irpef che dipende dalla Regione Liguria. Con il maxi emendamento presentato alla Camera sarà possibile anche per i redditi del 2014 mantenere l’obiettivo di esentare i redditi più bassi dall’Irpef regionale”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.