IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rapinati in casa ad Alassio, caccia a due banditi. Il racconto dell’anziana: “Momenti terribili”

Alassio. E’ sempre caccia ai due rapinatori che ieri intorno alle 13:00 hanno rapinato in casa i coniugi Aicardi di Alassio, due anziani 70enni, ex albergatori, (il marito Silvano malato di cuore) ancora sotto shock per l’accaduto.

Questa mattina la moglie Maria Rosa si è nuovamente presentata presso il Commissariato di Alassio per la formale denuncia, riuscendo a fornire qualche dettaglio in più sulle concitate fasi della rapina: la donna ha aperto casa a due uomini che hanno detto di dover consegnare un pacco regalo, uno con guanti e volto travisato (probabilmente già conosciuto alle forze dell’ordine), il secondo a volto scoperto. Una volta dentro l’abitazione hanno intimato agli anziani di aprire la cassaforte, prelevando contanti per circa sei mila euro ed alcuni preziosi. In seguito hanno messo a soqquadro l’alloggio in cerca di altro denaro. L’anziana avrebbe avuto il tempo di dire ai due rapinatori: “Ma cosa fate? vi prego fermatevi…Per me sono stati momenti terribili, anche pensando alle condizioni di mio marito…”.

Prima di andarsene, con dei laccetti, i due malviventi hanno legato l’uomo ad una sedia mentre la donna ad un calorifero, e si sono rapidamente dileguati. Forse ad attenderli sotto la palazzina di via delle Palme un complice a bordo di un’auto, tuttavia nessuno li avrebbe visti entrare e uscire dallo stabile (molte sono seconde case ora disabitate).

L’anziana ha parlato agli agenti di una pistola che i due si scambiavano in continuazione, un’arma probabilmente giocattolo utilizzata solo per impaurire i due anziani. La polizia alassina sta proseguendo gli accertamenti per risalire ai due rapinatori, entrambi italiani e massimo sui 40 anni, secondo la descrizione fornita dai due anziani. Al vaglio non solo i rilievi effettuati dentro la casa ma anche le immagini delle telecamere più vicine che potrebbero aver ripreso i banditi durante la fuga.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da carlitos

    E andiamo avanti
    Stato ci sei?