IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Protesta forconi, la Cna si dissocia: “Danno per gli autotrasportatori, intervenga il Prefetto”

Savona. “Lo svolgimento di blocchi stradali atti ad interrompere la libera circolazione dei mezzi e delle persone nel comune di Savona sta causando gravi ed ingiustificati danni all’esercizio dell’attività degli autotrasportatori che non aderiscono al fermo proclamato da alcune sigle minoritarie”. Lo afferma il presidente provinciale della Cna Gianni Carbone, che si dissocia dalla protesta odierna.

“Ciò ha comporta l’interruzione forzata delle attività di autotrasporto a cui è stato impedito di svolgere in loro lavoro in contrasto con le disposizioni emanate a livello centrale per assicurare al libera circolazione di coloro che non hanno inteso né intendono aderire a tale forma di protesta” aggiunge il presidente della Cna.

“Avendo rilevato la mancanza di interventi efficaci atti a rimuovere gli intralci alla circolazione che si sono determinati si richiede l’autorevole intervento della Prefettura per riportare la situazione alla normalità, e nel contempo, riteniamo opportuno rivolgere l’invito ad un incontro con i rappresentanti delle nostre associazioni da concordare nel più breve tempo possibile” conclude Carbone.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da penelope

    forza ragazzi marciamo su Roma e pigliamoli a calci nel c:::::o!!!!!

  2. Scritto da Ulisse

    Causa il blocco della circolazione ieri sera una ambulanza non riusciva a raggiungere l’ospedale Valloria.
    Non avrei voluto essere la persona a bordo e neppure un familiare.
    Qualunque possa essere la motivazione, prendere in ostaggio una città non è mai una scelta giustificabile.
    Manifestare è un diritto.Ledere la libertà altrui è solo un atto fascista.

  3. Scritto da Roberto Scarlatta

    Capisco il disagio, ma è l’unico modo per costringere a riflettere anche i pecoroni; comunque ritengo che sia ancora troppo poco! Bisognerebbe marciare a milioni su Roma e destituire di forza quei maledetti che invece di fare l’interesse del cittadino si mettono a 90 con i banchieri e le multinazionali.

  4. sudor
    Scritto da sudor

    Non si manifesta danneggiando la libertà altrui.
    Dovremmo essere in uno stato libero, diversamente ricadiamo nuovamente nella ditattura (qualcuno ricorda?).

  5. Belan
    Scritto da Belan

    Poi vorrei capire….ottenere cosa? Si sente inneggiare tutti a casa ….per poi mettere chi a governare??? Piu’ che tutti a casa sarebbe piu logico VUA DALL EURO E DALL EUROPA! E abbassiamo le tasse!!! Allora si che sarebbe piu logico