IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Protesta Albenga, isolati gli ultras: “Ingiusti, non sapete nemmeno chi siamo”

Più informazioni su

Albenga. Martedì erano un po’ l’anima della protesta ingauna che si è andata ad aggiungere alle tante altre sparse per il Paese e in cui tutti manifestavano un po’ per tutto, dai tagli alla scuola al governo ladro. Ieri, però, tra le fila del corteo albenganese che ha fatto tappa sotto il Comune, davanti alle Poste e in alcune rotonde della città, di loro non vi era traccia.

Stiamo parlando degli ultras di Albenga che, l’altro ieri, hanno vivacizzato la manifestazione con cori e slogan ma che presto si sono staccati dal resto del gruppo e da coloro che su Facebook si sono battezzati col nome “Albenga si è stancata”. Molti tifosi della squadra nostrana, insieme ad alcuni studenti, sono andati in stazione, altri, invece, sono rimasti in piazza del Popolo dissociandosi apertamente dalle intenzioni dei primi. “Se fanno qualche casino sono fatti loro” ha urlato chi è rimasto a bloccare il traffico automobilistico in una delle rotonde centrali della città.

Una spaccatura evidente, soprattutto ieri, dove questa componente mancava del tutto. Oggi gli ultras ingauni affidano a una comunicazione ufficiale il loro pensiero: “Con queste poche parole intendiamo far sapere che non parteciperemo mai più a nessuna iniziativa per Albenga. Purtroppo il nostro nome da ieri è sulla bocca di tutti e questo ci può creare problemi perché, come tutti sanno, purtroppo in Italia non si può essere ultras e non si può dire la propria perché questo non è un Paese democratico”.

“Il movimento creato in questi giorni nominato ‘Albenga si è stancata’ e’ stato il più critico nei nostri confronti, non sapendo nemmeno chi siamo e cosa facciamo – si legge nella nota degli ultras – Ma noi al contrario possiamo dire con orgoglio che in questo mese di dicembre abbiamo preso parte attivamente ad una iniziativa che si chiama ‘Ultras for homeless’ che si occupa di portare sostegno ai disagiati della stazione centrale di Milano e abbiamo raccolto soldi e vestiario da donare: così, tanto per far sapere alle malelingue, chi sono gli Ultras Albenga. Ringraziamo invece tutti quelli , e sono tanti, che in questi due giorni ci hanno espresso i loro complimenti per ciò che abbiamo fatto”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. gian joao
    Scritto da gian joao

    0182, un atteggiamento passivo/aggressivo non rende meno ridicolo il concetto di “ultras dell’Albenga” o del Finale o del Pietra che sia (a ben pensarci anche del Milan o della Juventus, ma lì andiamo sul complicato da spiegare)

  2. 0182
    Scritto da 0182

    se vuoi vengo anche a borgio, scegli tu il bar

  3. 0182
    Scritto da 0182

    ah ah ah ah simpatico che sei carlo, prenderei volentieri un aperitivo con te!!!

  4. Scritto da cipinox

    Per alcuni è più facile strumentalizzare la protesta che capirne le cause.

  5. Carlo M.
    Scritto da Carlo M.

    Perchè esistono degli Ultras Albenga? Mai sentiti….