IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Presidio cantieri Rodriquez, il sindaco De Vincenzi: “Senza il polo nautico il progetto non può partire”

Pietra L. “Noi siamo qua in mezzo a loro. Stiamo lavorando dal 2006 per rilanciare il cantiere navale e stiamo pressando l’azienda per avviare l’intervento. Con la Regione abbiamo garantito cassa integrazione e cantieri scuola lavoro, e anche per l’amministrazione comunale pietrese, completati gli ultimi step agli inizi del 2014, l’opera dovrà partire entro l’anno”. Così il sindaco di Pietra Ligure Luigi De Vincenzi che questa mattina ha incontrato i lavoratori dei cantieri Rodriquez in presidio davanti al Comune per protestare contro l’attuale fase di stallo nell’operazione urbanistica di riqualificazione dell’area dove dovrebbe sorgere il nuovo polo della nautica.

“Se non ci fosse stato il progetto di riqualificazione delle aree dei cantieri non ci sarebbe stato alcun futuro per i lavoratori già dal 2006. Questa progetto contiene il nuovo cantiere navale che potrà garantire ancora più occupazione rispetto alle attuali maestranze. Il loro risultato è il nostro fine: l’azienda sa bene che con il restyling dell’area urbanistica ci dovrà essere il nuovo polo della nautica, altrimenti non se ne fa nulla…Quindi auspichiamo che i tempi possano essere ora rispettati, senza più ritardi o intoppi” aggiunge De Vincenzi.

Ma la paura che l’opera non parta resta forte tra i lavoratori: “La chiusura del ramo d’azienda a Pietra Ligure con un altro anno di cassa integrazione straordinaria certo non ci rassicura. Dopo sei anni aspettiamo che questo progetto possa finalmente partire per il bene di Pietra Ligure e dei lavoratori, mancano solo alcuni permessi autorizzati ed ora è necessario rispettare il cronoprogramma. Se nel 2014 non inizierà l’intervento non ci sarà solo la mancanza di ricollocazione dei lavoratori dei cantieri Rodriquez, ma non ci saranno neppure un centinaio di posti di lavoro che il progetto potrebbe generare per tutto il comprensorio” sottolinea Renato Beviacqua della Rsu sindacale.

“Dal sindaco De Vincenzi abbiamo avuto la garanzia che le concessioni demaniali verranno rilasciate solo se ci sarà il nuovo cantiere navale e l’assunzione dei 14 lavoratori. E questo anche per gli altre maestranze che potrebbero trovare occupazione nelle altre attività turistiche e ricettive” conclude l’esponente della Rsu.

Se nel 2014 partiranno i lavori con l’azione di demolizione delle ruspe e l’avvio dei lavori per il restyling dell’area e la realizzazione della darsena pietrese, il nuovo polo nautico dovrebbe essere pronto per la fine del 2017. Dopo la scadenza della cassa integrazione i lavoratori auspicano già un inserimento nelle attività lavorative di riqualificazione e costruzione del cantiere navale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.