IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pallanuoto, la Carisa resiste per metà partita prima di cedere (10 a 16) a Brescia trascinata dall’ex Rizzo risultati foto

Savona. La capolista Brescia soffre per due frazioni contro i ragazzi di Angelini prima di dilagare e di chiudere l’anno solare da capolista davanti alla Pro Recco con un solo punto di vantaggio.

La partita. Di ex, tra le fila del Brescia, non c’era solo Valerio Rizzo ma, sicuramente, il ritorno dell’ex idolo della Zanelli era il più atteso in riva al Letimbro.

Lo stesso giocatore, nei giorni scorsi, aveva confermato la propria emozione per il ritorno a casa auspicando che la tensione si sciogliesse subito al fischio d’inizio.

E così succede visto che è sua la prima rete per la capolista Brescia che con Bodegas e Presciutti vola subito sul 3 a 0 prima che Jacopo Alesiani trovi il primo gol della giornata per la Carisa.

Prima della chiusura della prima frazione, arriva la rete di Agostini che fissa il risultato sul parziale di 2 – 3.

Tra i pali savonesi, torna Napleton, il portiere “griffato” U.S.A. che già nelle scorse giornate aveva sostituito, in qualche occasione, Antona.

Nel secondo tempo, i ragazzi di Angelini giocano un match di alto livello costringendo la capolista a soffrire.

È Brescia a partire forte anche nei secondi 8’ con Valerio Rizzo che segna nuovamente il primo gol della frazione imitato, qualche minuto dopo, da Valentino che porta gli ospiti sul 2 – 5.

Nessuna paura, però, perché la Carisa non molla gli ormeggi. Anzi, i savonesi reagiscono alla grande e con Damonte ed Elez si riportano sotto ai ragazzi di mister Bovo.

La capolista prova nuovamente a dare lo strappo decisivo con Rizzo e Molina ma i padroni di casa, nuovamente, reagiscono e con Colombo e Deserti si portano sul 6 – 7.

È una bella Rari quella che rivaleggia alla pari con campioni del calibro di Bodegas, Rizzo e Molina.

La differenza è notevole e, infatti, nel terzo tempo la capolista allunga con un parziale di 4 a 1 che rimette a posto, per gli ospiti le cose. Le reti portano la firma di Molina (2) e Bodegas (2); di Luca Damonte la rete per i padroni di casa.

L’ultima frazione è una formalità per i vice campione d’Italia che controllano la partita in scioltezza grazie ad un’altra doppietta di Molina, al gol di Bodegas (il quinto della partita), alla rete di Giorgi e al gol finale di Valerio Rizzo che, con quattro gol, si fa rimpiangere dai suoi ex compagni di squadra.

Per la Carisa vanno a segno Alesiani, Mistrangelo e Deserti.

Il tabellino

Carisa Rari Nantes Savona-An Brescia 10-16 (2-3 4-4 1-4 3-5)

Carisa Rari Nantes Savona: Antona , Alesiani 2, Damonte 2, Colombo 1, Bianco , Agostini 1, Fiorentini Jovanovic , Fulcheris , Bianco , Elez 1, Mistrangelo 1, Deserti 2, Napleton . All. Angelini

An Brescia: Del Lungo, Valentino 1, Presciutti 1, Legrenzi , Rios Molina 5, Rizzo 4, Giorgi 1, Nora, Presciutti, Bodegas 4, Di Fulvio , Napolitano, Dian . All. Bovo

Arbitri: Pascucci e Severo. Note. Nel Savona in porta col numero 13 Napleton. Nel terzo tempo espulso per proteste N. Presciutti (B). Superiorità numeriche: Savona 4/9 e Brescia 5/7. Spettatori 300 circa

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.