IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Non paga gli assegni di mantenimento alla ex moglie perché ha perso il lavoro: papà savonese assolto

Più informazioni su

Savona. Perde il lavoro, non riesce a versare gli assegni di mantenimento per l’ex moglie e i figli e finisce a giudizio per violazione degli obblighi di assistenza familiare. Un papà savonese però questa mattina è stato assolto in tribunale perché il fatto non costituisce reato. Una sentenza che, evidentemente, ha tenuto conto della motivazione per la quale l’uomo non versava i soldi dovuti alla ex: ovvero le difficoltà legate alle crisi economica.

In aula l’imputato, un cinquantenne, aveva infatti spiegato di non riuscire a pagare la cifra pattuita in sede di divorzio con la moglie perché aveva perso il suo posto di lavoro come operaio. Una situazione che gli permetteva di versare solo una parte dell’assegno di mantenimento, ma non l’importo totale. Una spiegazione (le motivazioni esatte della sentenza arriveranno solo nelle prossime settimane, che deve aver spinto il giudice ad assolvere l’uomo viste le sue oggettive difficoltà economiche.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Pinuccia

    La signora se ci ha marciato può essere che pensava al suo ex che come TANTI dice di non aver soldi e non è vero.
    Alle donne fa comodo e lottano per avere i figli con sè ma non è per far fare la pacchia agli ex, come spesso, molto spesso, accade.
    Detto ciò giustizia è fatta solo perchè era tutto vero. Nulla più.

  2. Scritto da Roberto Scarlatta

    Già, un processo inutile e dispendioso per i contribuenti: in caso di perdita del posto di lavoro dovrebbe scattare in automatico l’esenzione del pagamento degli assegni di mantenimento! Quella “signora” ha avuto anche la faccia tosta di denunciare il marito nonostante sapesse della sua situazione… che si vergogni!

  3. pepper71
    Scritto da pepper71

    Non mi sento nemmeno di dire “giustizia e’ fatta” in quanto mi sembra ovvio che se una persona e’ in difficoltà economiche non possa assolvere ai propri OBBLIGHI IMMORALI ED ILLEGALI che la giustizia illecita italiana impone ai mariti separati.
    Alle donne fa comodo la parità dei diritti solo quando gli conviene….altrimenti la qualifica di mantenute deve essere stata coniata appositamente!!!!
    P.S. Discorso a parte ovviamente per il sostentamento dei figli.