IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Omicidio Stella, l’autopsia conferma: un colpo di fucile a distanza ravvicinata

Stella. Un colpo di fucile sparato a distanza ravvicinata, massimo un metro, che gli ha perforato il torace all’altezza del cuore. Così è morto Andrea Macciò, 45 anni, genovese, ucciso accidentalmente dall’amico Claudio Tognini per uno scherzo che si è trasformato in tragedia. Questo l’esito dell’autopsia eseguita oggi pomeriggio dal medico legale Marco Canepa su incarico del pm della Procura savonese Chiara Venturi.

Nel colpo sparato con il fucile illegale, una Doppietta Beretta calibro 20, sono stati numerosi i pallini da caccia che hanno perforato il 45enne genovese, proprio per la distanza estremamente ravvicinata dalla quale è stato esploso il colpo fatale. Per Macciò non c’è stato scampo.

Un tragico gioco finito male: questa la conclusione alla quale sono arrivati gli inquirenti con l’esame autoptico che sembra confermare questa tesi investigativa e la versione fornita dai due amici: Claudio Tognini e Alessio Scardino restano indagati per omicidio colposo e occultamento di cadavere, per Scardino anche l’accusa di detenzione di arma clandestina.

A chiudere il cerchio sull’inchiesta giudiziaria per la morte del 45enne genovese gli esami balistici sul fucile, posto sotto sequestro dagli investigatori (così come le abitazioni a Stella di Tognini e Scardino), oltre ai riscontri sui rilievi effettuati dalla scientifica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da El Rey del Mundo

    Magari un test per rilevare eventuale alcol o eventuali sostanze stupefacenti io l’avrei fatto anche se erano passate più di 24 dall’omicidio. Immagino siano state fatte le opportune analisi. Magari qualcuno del gruppetto in gita di ricreazione a Stella era su di giri o fuori di sè, chissà.