IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano, International Fight Show: Saro “The Sicilian Don” Presti vince il “Trofeo Molo 8.44”

Più informazioni su

Loano. A mezzanotte e mezza di domenica 8 dicembre, con la vittoria dell’italiano Saro “The Sicilian Don” Presti sull’eccezionale atleta turco Aydin Tuncay, si sono spente le luci sull’edizione 2013 dell’International Fight Show. Anche questa edizione ha reso giusta memoria all’uomo che ha ispirato, e cui è dedicato, questo straordinario evento, il maestro Domenico “Mimmo” Polizzano.

La serata, che ha visto una buonissima partecipazione di pubblico, ha sciolto i dubbi degli appassionati circa la serrata e prestigiosa fight card in scaletta.

Marouane Citali batte Andrea Casubolo per ko alla prima ripresa. Sfortunato l’atleta di casa che, a seguito di un fortuito colpo subito ai genitali, non riesce a continuare l’incontro. Emmanuel Noyez batte, con giudizio unanime, il forte ingauno Roberto Straffalaci. Elias Hurtado da vita ad un grintoso incontro avverso al beniamino di casa Daniele Schinca, che si conclude in parità.

Nel primo match internazionale della serata la fenomenale 14enne belga Laurinne Geerebaert infligge un ko tecnico, alla terza ripresa, alla seppure bravissima Pamela Visalli. L’ammirazione, per le doti tecniche e fisiche della giovanissima campionessa, introduce il pubblico alla prima semifinale del “Trofeo Molo 8,44” che il campione uscente Aydin Tuncay vince per intervento medico, alla terza ripresa, dopo essere stato messo in seria difficoltà dalle incredibili “mazzate” portate in combinazioni pugilistiche da Wallid Haddad. Nella seconda semifinale Saro Presti ha ragione, per giudizio unanime, del portacolori della Bosnia Erzegovina Sergio Kalezic.

Dopo una breve pausa, allietata dalle note “live” della band Suspension Dot, i riflettori si accendono sulla tappa del circuito di Fight1, All4Glory, e vede calcare il prestigioso ring loanese ai fortissimi atleti nazionali che tentano di accedere ad Oktagon 2014.

Sotto gli occhi del presidente di Fight1, Carlo Di Blasi, Hamza Imane (Grifa Gym) batte all’unanimità Francesco Tadiello (Maverick Boxing Gym), che ha condotto, da parte sua, un match tosto mettendo in mostra ottime doti pugilistiche. Il leccese Guglielmo Carata (Helios Team) vince, anch’esso all’unanimità, un tirato match contro Simone del Vecchio (Dna Wellness Club). Fabio Di Marco (Team Satori) parte fortissimo, piazzando a ripetizione colpi precisi e potenti, ai danni Bonat Enderson (Sporting Club), che all’inizio della seconda ripresa abbandona il match.

Ultimo incontro della tappa All4Glory è quello tra Marco “The King” Re (Yamabushi Gym Rho) ed Enrico Piensi (Fighters Club Capriolo). Match molto tecnico e persino un po’ contratto tra i due fortissimi atleti e che, per giudizio unanime degli ufficiali di gara, si risolve a favore di Marco Re.

Sugli spalti si rumoreggia per l’attesa, il palazzetto dello sport di Loano è pregno della curiosità di scoprire se l’italiano Saro Presti riuscirà a resistere alle terribili gomitate che rappresentano la “specialità” del bagaglio tecnico di Aydin Tuncay e che il pubblico ligure ha imparato a conoscere fin dalla scorsa edizione. Saro conduce un match di grande intelligenza, il campione turco non riesce a piazzare nemmeno uno dei suoi terribili colpi di gomito e, anzi, spesso subisce il rientro del veloce e potente gancio dell’atleta messinese.

I giudici decretano che è Saro “The Sicilian Don” Presti a vincere il match, aggiudicarsi la splendida coppa, e a potersi fregiare del titolo di nuovo “campione dell’International Fight Show” edizione 2013, 1° “Trofeo Molo 8.44”.

Due giorni di riposo e lo staff del Team Polizzano Perlungher sarà nuovamente in moto per organizzare l’International Fight Show 2014.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.