IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Genova, il “VaffaDay” di Grillo fa il pienone: “Andiamo oltre la crisi”

Genova. Dopo una campagna elettorale trionfante ma un’attività in Parlamento meno incisiva di quanto ci si aspettasse, Beppe Grillo ritorna in piazza con il suo Movimento 5 Stelle e lo fa a suo modo: il terzo Vday della storia del movimento.

beppe grillo

Piazza della Vittoria, a Genova, colma di gente, i banchetti ai lati con i deputati e i senatori del movimento che raccontano il lavoro nelle commissioni.

Gente che arriva da ovunque, a partire da tutta la Liguria, Savonese compreso, arrivando fino a Rovigo, Treviso, Milano. “Siamo qui per dare un futuro ai nostri figli”, “Siamo qui per tutelare i nostri diritti e per prenderci i posti che ci spettano”, dice Luca, un “toscanaccio” di circa 35 anni.

Nessuno che vuole sentire parlare di crisi del movimento, il leit motiv è comune: “Noi siamo già oltre”. “Andiamo OLTRE” è lo slogan e l’hashtag della giornata: Grillo e i suoi ci stanno provando ripartendo da Genova (o passando da Genova, come qualcuno fa notare rifiutando ancora l’idea della crisi del movimento).

Ecco le parole di Grillo: “Non è un caso che siamo qua, io vedo che c’è un angolo di tre metri quadri vuoti. Ci faranno un pezzo quelli del Tg1. L’ultima performance che hanno fatto qui è stato Papa Ratzinger, c’era meno gente. L’ultimo politico è stato Sandro Pertini che sarebbe qui con noi”.

Dopo l’incipit, un omaggio a Genova: “Noi siamo andati in Parlamento e siamo andati oltre questa roba, questa gente prescritta. Genova ha inventato tutto, le banche, le assicurazioni, i bot, tutto …. E da qua deve partire la più grande rivoluzione della cultura politica”.

Da lì i temi più caldi e importanti per il Movimento: il reddito di cittadinanza, il finanziamento ai partiti, il Governo Letta, innovazione, scuola, tecnologia, energia rinnovabile.

Una lunga parentesi anche su Genova. La contestazione dell’accusa a Burlando che aveva detto: “Lui protesta mentre noi sigliamo i contratti”… l’invito è in stile Grillo: “Voglio vederlo sfilare in mezzo alla gente”.

Ne ha anche per Napolitcano, su cui propone l’impeachment: “Rimarrai da solo, la tradirai da solo l’Italia, dobbiamo rifare il Paese”.

Il discorso di Beppe Grillo è urlato nello stile a lui più congeniale. Prima di chiudere introduce gli ospiti della giornata, da Dario Fo al rappresentate di Occupy Wall Street che prende la parola subito dopo Grillo e dice: “Il Movimento Cinque Stelle è il movimento sociale più importante del mondo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. alexalex
    Scritto da alexalex

    @mario: Il M5S è all’OPPOSIZIONE, mi spieghi come fa a ottenere dei risultati se qualsiasi proposta fa gli viene quasi automaticamente bocciata? I cambiamenti ci sono stati: anzitutto il fatto che PD o PDL sono più restii a inserire emendamenti ad personam per favorire alcune aziende invece di altre nelle gare d’appalto, per promovuore certi amministratori di aziende pubbliche o private, perchè? Perchè la politica del M5S è contro il servilismo e il do ut des dei partiti tradizionali. Essi tendono a mantenere uno status quo invariato, come credete sia possibile che l’1% della popolazione italiana detenga il 50% del PIL? Questo succede quando la Cancellieri chiama i Ligresti, quando Bersani o Fitto ricevono ingenti finanziamenti dal gruppo Riva e non li dichiarano, quando il parlamento ad agosto ha ri-confermato vari manager poco qualificati: a Trenitalia lo stesso sotto processo per la strage di Viareggio, l’amministratore delegato di Finmeccanica ora è De Gennaro, ex capo della polizia…potrei andare avanti delle ore.

    Io credo che prima di vomitare opinioni senza senso e dire la solita minchiata come “L’unico modo per cambiare sto paese è la dittatura e dio ci scampi che il dittatore non sia Beppe Grillo” ci sia da ricordare che le persone, quando sono andate a votare, non hanno votato Grillo ma il M5S. Grillo non può nemmeno candidarsi visto lo statuto del M5S che non permette l’entrata di pregiudicati nella pubblica amministrazione.

    Vorrei ricordare cosa è successo 2 mesi fa: il gruppo parlamentare del M5S ha proposto l’abolizione del Reato di Clandestinità, in primis perchè è ridicolo e infame, ma soprattutto per ridurre il numero di persone in carcere e nei CIE, visto il sovrafollamento. Beppe Grillo li ha contraddetti dicendo che era una decisione presa troppo autonomamente, sai cosa è successo? Il M5S in blocco lo ha mandato a quel paese e lo stesso ha fatto la Rete nel suo blog. Questo a dimostrare che Grillo non è il dittatore di nessuno e che l’unica cosa che prevale nel M5S è il buon senso.

  2. Scritto da Evangelizzatore

    Mancava quello che tirava in ballo il guru o il pedagogo. Io diffido dalle teste vuote!

  3. Scritto da notorious

    Diffidate di chi cerca un vate, un guru, un cheguevara, un dio, uno stalin, un mussolini, un capo.
    Sara’ incapace di vivere attivamente una democrazia.
    Nel nome di colui che porta in palmo di mano si sentira’ sempre nel giusto perche’ colui sa’ e gli altri ignorano.
    Si fara’ forte appoggiandosi a colui e lo incolpera’ se alla fine andra’ tutto a puttane. Perlomeno in monarchia si nutriva affetto, non solo rispetto.
    Si erigera’ paladino di questo e di quello, e quando non ci saranno cause da sposare, ne forniranno di nuove con le relative spiegazioni.
    Gli troveranno sempre qualcuno o qualcosa da combattere.
    Secondo voi esistevano i draghi? No?
    E allora non e’ neanche esistito un san giorgio come tale.

  4. Scritto da il giusto

    Che brutta cosa l’ignoranza, eppure basterebbe solo leggere sul sito ufficiale del movimento 5 stelle per prendere conoscenza del grande lavoro che stanno faendo i parlamentari e non fidarsi di tutte le testate giornalistiche di partito che infangono e basta. Caro Mario 58, pensaci bene sempre meglio un comico come Beppe che vallette, presentatrici tv e showgirl in parlamento che fino a qualche anno fa erano + nude che vestite…………………..

  5. Scritto da Evangelizzatore

    mario ma vai a cxxxre… non si vedeva della gente così in parlamento da… mai! Per forza sto paese va male c’è gente come te che ha un neurone solo e manco ci funziona!