IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Forconi, il vice sindaco Di Tullio tira le orecchie a questore e prefetto: “Compito loro riportare l’ordine, senza accampare scuse”

Savona. E’ una vera e propria provocazione quella lanciata in queste ore da Livio Di Tullio e che ha come obiettivi il questore e il prefetto di Savona, ritenuti troppo blandi e permissivi nei confronti del manifestanti che, da più di due giorni, tengono in scacco la città.

Il vice sindaco savonese affida a Facebook un messaggio che ha il tono dello sfottò e nel quale sottolinea che gli unici servizi che hanno funzionato sotto la Torretta sono stati il servizio mensa del Comune agli asili e alle scuole. “Visti i risultati – chiede Di Tullio – si potrebbero mettere il dirigente dei Servizi sociali del Comune in questura e Isabella Sorgini in prefettura?”.

E ancora: “Il diritto a manifestare è costituzionalmente garantito. Il diritto a muoversi, lavorare, spostarsi è costituzionalmente garantito. E’ responsabilità dello Stato fare in modo che entrambi i diritti possano essere esercitati senza che l’uno impedisca l’altro. Prefetto e Questore devono ottenere questo risultato. Senza accampare scuse” è il deciso e indignato appello del vice sindaco.

Frasi che hanno attirato molti “mi piace” e aperto una discussione online e che si vanno ad aggiungere alle dichiarazioni del primo cittadino, Federico Berruti, che ha parlato di una protesta non democratica e che vede il rischio di adolescenti strumentalizzati (“qui il rischio è che si strumentalizzino l’inesperienza e la passionalità tipiche dell’adolescenza” sono state le esatte parole del sindaco davanti alla partecipazione ai cortei di tanti giovanissimi).

Intanto, si sta valutando la costituzione di parte civile del Comune nei confronti di coloro che saranno oggetto di denuncia all’autorità giudiziaria per i danni arrecati alla città in occasione delle manifestazioni avvenute ed in corso a Savona. E oggi inizia una nuova giornata dai risvolti imprevedibili.

Al momento la situazione risulta tranquilla sotto la Torretta dove vi è un presidio delle forze dell’ordine; calma assoluta nei pressi della sede di Equitalia dove i manifestanti avevano minacciato di riversarsi, mentre in piazza Saffi vi è il punto di ritrovo dei “forconi savonesi” con circolazione bloccata. Si tratta per lo più studenti che cantano a squarciagola: “Il futuro siamo noi!”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da sierravictor

    Mi fa specie che l’eccelso vicesindaco di savona commenti negativamente gli eventi buona parte di chi protesta sono del suo partito ….. ciò dimostra che non hanno più controllo il fatto che non si sventolino bandiere del pd non vuol dire che siano tutti di altro partiti ….sto circo di politici non vuole proprio capire e vedere. …che buffoni ed un altra occasione persa dal pelato x stare zitto….

  2. F.Nietzsche
    Scritto da F.Nietzsche

    Buffone come il primo cittadino..“qui il rischio è che si strumentalizzino l’inesperienza e la passionalità tipiche dell’adolescenza”..Ma se sono 50 anni che usate i ragazzini delle scuole per lanciarli nelle piazze come bombe!!!! Se avete un minimo di decenza dovete stare muti!!

  3. Scritto da giasone

    fantastico livio di tullio il più renziano dei bersaniani, colui che in occasione del giro della padania si è stavaccato sul selciato insieme ad un gruppo di gerontofacinorosi , colui che non ha mai condannato il gesto del eroico “partigiano” che ha schiafeggiato il ciclista ora si erge a difensore della viabiltà , questa è la conferma che l’apparato non ha assolutamente il polso della situazione, presto dai forconi si passerà alle forche..

  4. Scritto da osservatore curioso

    ma il sig. Ditullio non è la persona che si era sdraiata a terra alla torretta per interrompere il giro della padania?

  5. Scritto da NoNickNoName

    di tullio vatti a nascondere tu e la tua congrega rossa.