IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Circolo Scherma Savona: agli Italiani Assoluti Francesco Ratto precede il campione del mondo

Savona. Agli Assoluti Italiani a Ravenna al cospetto dei migliori schermidori italiani – dai campioni della Nazionale ai più forti rappresentanti delle selezioni minori – il portacolori del “Circolo Scherma Savona” chiude con un ottimo trentacinquesimo posto finale su 275 atleti iscritti alla competizione.

Il campioncino savonese conferma, dopo il bronzo ai regionali della scorsa settimana, di essere in forma visto che a Ravenna si è lasciato dietro campioni affermati del calibro di Paolo Pizzo, campione iridato a Catania nel 2011.

“Finalmente una prova maiuscola – commentano Federico Santoro e Paolo Bracco, maestri del circolo savonese –. Francesco si è espresso su altissimi livelli mettendo in fila anche atleti della Nazionale maggiore e che, normalmente, partecipano alle prove di Coppa del Mondo. Ci auguriamo possa essere solo l’inizio di un percorso ricco di successi”, concludono all’unisono.

Il diciottenne spadista savonese, dopo la fase a a gironi, era addirittura settimo ma, nei trentaduesimi di finale, doveva arrendersi al senese Crecchi, nazionale under 20 e protagonista lo scorso anno ai Mondiali under 17. Il match si decida a favore dell’atleta toscano solo al termine del terzo ed ultimo tempo con un equilibrato 15 a 13.

In gara a Ravenna, anche Andrea Baldi, unico fiorettista ligure presente, e Constance Catarzi, la più giovane tra le 3 liguri. Entrambi i fiorettisti si sono arresi ai sedicesimi concludendo rispettivamente al quarantottesio e sessantunesimo posto.

Di gran livello la gara dei fiorettisti che ha visto al via anche atleti provenienti da altre federazioni che hanno deciso di confrontarsi con gli atleti azzurri che, ad ora, rappresentano il top della scherma internazionale. “Essere presenti con tre nostri atleti – conferma Roberto Faldini, presidente del C.S.Savona – in una competizione di così alto livello e prestigio rappresenta motivo di grande orgoglio visto che eravamo l’unica società ligure con Rapallo, ad essere rappresentati in due armi diverse”, conclude raggiante il massimo dirigente savonese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.