IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cinque appartamenti a luci rosse scoperti tra Albenga ed Alassio, 2 arresti: nelle case si prostituivano squillo e trans brasiliani

Alassio. Il copione è di quelli già visti: una serie di appartamenti in affitto dove ragazze, ma anche transessuali, si prostituivano ed erano costretti a versare una parte dei loro guadagni ai gestori del giro a luci rosse.

A far cessare l’ennesimo giro di prostituzione che era stato messo in piedi in Riviera, per la precisione tra Albenga e Alassio, ci hanno pensato i carabinieri alassini che ieri hanno arrestato due persone: Ivan Vito Pepe, 38 anni, milanese, e Jordes Lordelo Da Cruz, un viado brasiliano di 32 anni.

I due sono finiti in manette, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Fiorenza Giorgi, a Lodi dove risiedevano nell’ultimo periodo. Secondo l’accusa gestivano ed avevano messo in piedi un giro di prostituzione che ruotava intorno a cinque appartamenti tra Alassio ed Albenga. Negli alloggi a luic rosse si sarebbero prostituite almeno cinque persone, tutte di nazionalità brasiliana (alcune transessuali), che sono state identificate, ma anche altre rimaste invece sconosciute.

Le indagini dei carabinieri hannno accertato che le squillo arrivavano dal Brasile dietro il pagamento di una somma di denaro e, una volta in Italia, per mantenersi, venivano “invitate” a prostituirsi. Pepe e Da Cruz, secondo la ricostruzione degli inquirenti, mettevano a disposizione gli appartamenti e le ragazze, in cambio del versamento di soldi, potevano utilizzarli.

Di qui l’accusa di sfruttamento della prostituzione che ha portato all’arresto dei presunti gestori del giro a luci rosse. Gli arrestati saranno interrogati per rogatoria nelle prossime ore dal gip del tribunale di Lodi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da gianmarco

    Sono ben altre le cose che non vanno ad Albenga…non certo la prostituzione.

  2. Scritto da protestaligure

    Con tutti i problemi che ci sono dobbiamo pensare a sta povera gente che per vivere vende il propio corpo. Li preferite a rubare ?